automotive

Punch apre a Torino un centro per la ricerca sull’idrogeno

L’obiettivo è sviluppare sistemi di propulsione e accumulo. Per il progetto stanziati oltre due milioni di euro

di A.Lar.

default onloading pic

1' di lettura

Il gruppo belga Punch, attivo nel comparto automotive, ha annunciato la nascita Punch Hydrocells. La nuova divisione, che sarà basata a Torino, avrà come obiettivo lo sviluppo, la fornitura e l’integrazione di sistemi di propulsione e accumulo di energia basati sull’idrogeno.

Per il progetto, che potrà contare su un team di competenze composito - dall’intelligenza artificiale all’elettronica di controllo, all’ingegneria meccanica ed elettrica, con un’attenzione particolare per l’utilizzo delle energie rinnovabili - sono stati stanziati oltre due milioni di euro.

Loading...

Il budget sarà utilizzato per convertire due sale prova motore attualmente in forza al centro di ingegneria che la società possiede a Torino in altrettante sale-test dedicate allo sviluppo delle tecnologie per l’idrogeno.

Punch Hydrocells si aggiunge alle altre società del gruppo: Punch Torino, centro specializzato in sistemi di propulsione e controllo elettronico, Punch Flybrid, che sviluppa sistemi di recupero di energia, Punch Precision, che produce telai in alluminio ed infine Punch Powerglide, specializzata nella progettazione, sviluppo e produzione di trasmissioni.

«La creazione di Punch Hydrocells – ha dichiarato Pierpaolo Antonioli, Ceo di Punch Torino - rappresenta uno dei primi passi che consentiranno al gruppo di espandere il proprio business in uno dei settori più promettenti della transizione energetica, ma sarà anche uno degli elementi complementari ad uno sviluppo industriale in cui Punch crede e che vedrà in futuro ulteriori rafforzamenti e diversificazioni».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti