ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùRistorazione

Punto Grill scommette sulla ripartenza e rilancia con sette nuove aperture

Tra queste l’aeroporto di Verona, le stazioni di Roma Termini, Torino Porta Nuova e Genova Piazza Principe

di R.I.T.

3' di lettura

Sanpellegrino lancia campagna a sostegno della ristorazione

Punto Grill services, società di Cles (Trento), attiva nella ristorazione di qualità, esce dal lockdown 2021 con una serie di iniziative tese a rilanciare la propria presenza negli snodi ferroviari e aeroportuali e a rafforzare la visibilità del proprio marchio su scala nazionale. Lo farà entro giugno 2021 con sei nuove aperture in altrettanti centri nevralgici del turismo: spiega Sebastien Rosat, responsabile sviluppo:«Un punto vendita verrà aperto all’interno della stazione di Roma Termini; due nella stazione di Torino Porta Nuova; uno nella stazione di Genova Piazza Principe; uno nel Centro commerciale di Villasanta (Monza); e uno nei pressi di Novara. La settima iniziativa è l’apertura di un ristorante all’aeroporto di Verona Catullo». Ulteriori azioni commerciali sono già state finalizzate con la sigla di accordi quadro con Gs Retail,società che gestisce lo sfruttamento commerciale delle 14 più importanti stazioni ferroviarie italiane e con il gruppo il Gigante, detentore di un portafoglio di 17 centri commerciali nel nord Italia. Con l’apertura di Verona (con il format “Hostaria da Valerio” una delle insegne del gruppo che propone la tradizione enogastronomica trentina e veronese) sale così a tre la presenza del gruppo in altrettanti aeroporti del Nord Italia: con il Cristoforo Colombo di Genova e Orio al Serio.

Francesco Panella: “La ristorazione italiana deve ripartire al più presto”

Ritorno alla normalità

«Con il rilancio della nostra presenza al Catullo abbiamo voluto portare a Verona questa nuova formula, già sperimentata con successo a Genova e Bergamo. – spiega Enzo Rosat amministratore delegato del gruppo – Siamo certi che i passeggeri del Catullo, apprezzeranno i valori di questo ristorante, che punta tutto sul legame con il territorio, la qualità del servizio e l’accoglienza degli spazi». «La riapertura di questo ristorante – dichiara Monica Scarpa, Amministratore Delegato dell’aeroporto veronese – rappresenta un ulteriore segnale di ritorno ad una normalità che si sta gradualmente facendo strada anche all’aeroporto di Verona. Il traffico dello scalo sta infatti progressivamente ripartendo, in una stagione estiva che si concentrerà principalmente su flussi di visitatori italiani ed europei».

Loading...

Il gruppo trentino

Nasce dall’esperienza trentennale di Enzo Rosat maturata nella società di famiglia Ristop. Con 150 collaboratori e circa 25 milioni di fatturato, la società è specializzata nell’ideazione, progettazione e gestione di servizi di ristorazione commerciale, bar, ristoranti, shopping retail e convenience store in aeroporti, stazioni ferroviarie, ospedali e aree di servizio stradali e autostradali. Si occupa inoltre della gestione del servizio di distribuzione carburanti sulle principali arterie stradali ed autostradali italiane. «La ricerca costante della qualità dei prodotti anche su base territoriale – prosegue Rosat – la forte attenzione alla qualità del servizio, l’orientamento al cliente in ogni fase del processo di vendita e il coinvolgimento di tutti i propri collaboratori hanno permesso in pochi anni a Punto Grill services di operare in tutto il Nord e il Centro Italia, mantenendo la propria sede operativa a Cles. La consolidata esperienza del management e una struttura organizzativa giovane – permettono di offrire al cliente esperienze sempre innovative.

Controllo dei costi e sviluppo

Per Loris Odorizzi – responsabile marketing della società, «Questo per Punto Grill Services è stato un anno in cui tutto il management si è concentrato sulla gestione dei costi, sull’efficientamento dei processi aziendali e sullo sviluppo di nuovi fatturati. Il piano industriale prevede per il 2021 investimenti per 2 milioni di euro finalizzati alla realizzazione di nuovi format innovativi, con particolare attenzione al fast-healthy. In questa direzione va la concretizzazione del primo punto vendita a marchio “Pura Vita” affiancato a “Waikiki Pokè”, brand emergente della cucina Hawaiana per il quale Punto Grill Services svilupperà in esclusiva il settore del travel retail».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti