riqualificazione

Qatari Diar apre un hotel Rosewood nell’ex ambasciata Usa a Londra

Diversi i progetti in divenire con capitali del Qatar. Quando saranno completati gli investimenti londinesi del gruppo avranno un valore complessivo di 11 miliardi di sterline

di Nicol Degli Innocenti

2' di lettura

Da ambasciata a hotel di lusso: è in atto la trasformazione di 30 Grosvenor Square a Londra. Il palazzo nel cuore di Mayfair, che fino al 2018 ha ospitato l’ambasciata americana nel Regno Unito, diventerà The Chancery Rosewood, un hotel a cinque stelle.
Qatari Diar, il braccio immobiliare del fondo sovrano del Qatar, aveva acquistato l’edificio già nel 2009 in vista del trasferimento dell’ambasciata Usa in una nuova sede costruita ad hoc a Nine Elms, a sud del Tamigi.

Parte dell’edificio originale è stato demolito, preservando però la particolare facciata a reticolato di cemento degli anni Cinquanta creata dall’architetto Eero Saarinen che è tutelata dalle Belle Arti. Il progetto è un’ulteriore dimostrazione della fiducia di Qatari Diar nel mercato immobiliare britannico, ha fatto sapere il gruppo, che ha già investito 4 miliardi di sterline a Londra.

Loading...

Quando tutti i progetti in divenire saranno completati – non solo The Chancery Rosewood, ma anche Chelsea Barracks, un grande complesso residenziale vicino a Sloane Square, e Southbank Place, un progetto mixed-use di fronte al London Eye - gli investimenti londinesi avranno un valore complessivo di 11 miliardi di sterline.

The Chancery Rosewood aprirà nel 2024 e non sarà solo una destinazione per il turismo di lusso ma anche per lo shopping di alta gamma. Avrà 139 tra camere e suite, cinque ristoranti e una spa e centro benessere e una grandiosa sala da ballo che potrà ospitare mille invitati.

Le cinque ampie zone retail affacceranno direttamente sulla piazza e saranno accessibili sia dall’interno che dall’esterno dell’albergo.

«La nostra intenzione non è solo creare un hotel di ultra-lusso ma anche migliorare la zona intorno all’edificio per ricollegarla al quartiere di Mayfair» ha detto Abdullah bin Hamad al-Attiyah, amministratore delegato di Qatari Diar.

Il progetto per il nuovo edificio è stato affidato all’architetto britannico David Chipperfield, che oltre alla facciata ha preservato i particolari soffitti a griglia diagonale e altri elementi di pregio della struttura originale. Resterà anche la grandiosa statua di un’aquila dorata sulla facciata che era il simbolo più visibile dell’ambasciata Usa.

Chipperfield ha detto di voler preservare la visione di Saarinen di creare “un palazzo sul parco”, aprendo il piano nobile al pubblico oltre che agli ospiti e collegando l’edificio al grande giardino al centro della piazza.

Grosvenor Square, la piazza che ospita anche l’ambasciata italiana nel Regno Unito, è a due passi dai negozi di Oxford Street ma anche dallo shopping di lusso di Bond Street e Mount Street. Il nuovo edificio avrà anche impeccabili credenziali “verdi”, con misure di isolamento termico e acustico, efficienza energetica e riduzione del consumo di acqua e giardini sul tetto per mantenere la biodiversità della zona. The Chancery Rosewood punta a diventare il primo hotel a cinque stelle in Gran Bretagna ad ottenere la certificazione Breeam di eccellenza e sostenibilità.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati