Dichiarazione dei redditi: 7 passi per correggere il 730 ed evitare le sanzioni

8/8FISCO ED ERRORI

Quando (e come) compensare i crediti

default onloading pic
(Antonio Gravante - stock.adobe.com)

Altro punto da tener presente: le regole sull’uso in compensazione dell’eventuale maggior credito dichiarato. Se l’integrativa 2019 “a favore” avviene entro il termine per presentare la dichiarazione dell’anno successivo (cioè il 30 novembre 2020), si può procedere nel modello F24 già dal giorno successivo a quello di presentazione dell’integrativa stessa. Se invece avviene oltre il termine del 30 novembre 2020, si può procedere solo per il pagamento di debiti sorti a decorrere dall’anno successivo a quello di presentazione dell’integrativa 2019 “a favore”. In quest’ultima ipotesi, il contribuente deve presentare il modello “a favore” per l’anno in cui è stato commesso l’errore; e compilare il quadro DI della dichiarazione riferita all’anno nel quale è stata trasmessa l’integrativa.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti