Dal carcere agli evasori alla prescrizione, tutte le volte che Renzi ha votato con l'opposizione

2/6Politica

Quando Iv vota con l'opposizione / Il braccio di ferro sul carcere per gli evasori nei giorni del Dl Fisco

default onloading pic
(Imagoeconomica)

Italia Viva è stata creata da una costola del Pd dall'ex presidente del Consiglio Matteo Renzi all'indomani della nascita dell'esecutivo Conte bis. Nonostante i renziani fin dall'inizio abbiano chiarito che avrebbero sostenuto il nuovo governo, non sono mancate fin dall'inizio le occasioni in cui Iv ha preso una posizione non conforme a quella delle altre forze politiche di maggioranza (M5S, Pd e Leu). In particolare il partito si è spesso distanziato dalla linea suggerita, all'interno della maggioranza, dai Cinque Stelle. Il caso più eclatante è il 2 dicembre quando 14 ore di maratona in commissione alla Camera non bastano a trovare un accordo nella maggioranza sul decreto fisco, collegato alla manovra. Risultato: Italia Viva vota contro le nuove norme sul carcere agli evasori. I renziani si smarcano dagli alleati anche sul rinvio delle norme per la trasparenza delle fondazioni politiche. Passano poche ore però e arriva il dietrofront prima del M5S e poi del Pd. Luigi Di Maio parla di «porcheria» e chiede un passo indietro, subito dopo i Dem annunciano di essere pronti a ritirare l'emendamento.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti