ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùOggetti del desiderio

Quando si tratta di traguardi tecnici, l'unione fa la forza

Due famose complicazioni, il Calendario Annuale e il Travel Time, ripensate per interagire in armonia in un calibro automatico con otto brevetti

di Paco Guarnaccia

La cassa del Ref. 5326G-001 è in oro bianco di 41 mm di diametro, impermeabile fino a 30 metri. La carrure è decorata con il motivo Clous de Paris. Attraverso il fondello trasparente in cristallo zaffiro si può vedere il movimento.

3' di lettura

Gli orologi dedicati al viaggio sono da sempre parte integrante della collezione di Patek Philippe che da quest'anno potrà contare su un modello come il Calendario Annuale Travel Time Ref.5326G-001. Si tratta di un segnatempo che rappresenta un ulteriore salto in avanti dal punto di vista tecnico, in quanto qui, per la prima volta, la maison ginevrina unisce due delle sue famose complicazioni brevettate: il Calendario Annuale e la funzione Travel Time (mostra sul quadrante la lettura di un secondo fuso orario). La prima, presentata nel 1996, era un calendario completo (con giorno, data e mese) che, grazie allo sviluppo di un meccanismo formato essenzialmente da ruote e pignoni, era in grado di stabilire automaticamente quali fossero i mesi da 30 piuttosto che da 31 giorni, necessitando di una sola correzione manuale all'anno (il 1° marzo). La seconda, invece, introdotta nel 1997, aveva un dispositivo (ispirato a un brevetto della stessa maison di circa 40 anni prima) che permetteva di regolare l'ora in modo indipendente dai minuti con il secondo fuso orario indicato da una lancetta supplementare centrale che, una volta sistemata sull'ora desiderata (premendo i pulsanti sul lato sinistro della cassa), non creava nessun fastidio al movimento stesso. Viste queste premesse e dal momento che, come dice il detto, l'unione fa la forza, Patek Philippe non si è risparmiata nella creazione del Calendario Annuale Travel Time Ref.5326G-001.

Calendario Annuale Travel Time Ref. 5326G-001 grazie a un nuovo movimento, il calibro automatico 31 260 PS QA LU FUS 24H con ben otto brevetti, unisce per la prima volta su un Patek Philippe le funzioni del calendario annuale (giorno, mese e data) alla lettura di un secondo fuso orario. La cassa è in oro bianco di 41 mm di diametro, impermeabile fino a 30 metri. La carrure è decorata con il motivo Clous de Paris. Il quadrante color grigio antracite mostra una particolare texture granulosa sfumata nero. I numeri con rivestimento luminescente sono in oro. Attraverso il fondello trasparente in cristallo zaffiro si può vedere il movimento, il calibro 31 260 PS QA LU FUS 24H. Tra le funzioni segnalate dall'orologio vi sono anche le fasi lunari, il giorno/notte sia per l'ora locale sia per quella di casa e i piccoli secondi. Costa 69.930 euro.

Infatti, ha prodotto un nuovo calibro automatico che può vantare ben otto brevetti, il 31-260 PS QA LU FUS 24H (basato sull'ultrasottile lanciato nel 2011, il 31-26' REG QA, poi rivisitato nel 2021, aumentandone le performance, nella versione 31-26' REG QA), con l'obiettivo di unire le due complicazioni e di farle interagire armonicamente riuscendo, ad esempio, a far sì che la data visibile sul quadrante fosse quella dell'ora locale (ovvero del paese dove si trova chi indossa l'orologio) e che questa cambiasse a seconda del fuso orario. In questo orologio è la funzione Travel Time, quindi, a guidare il calendario completo. Travel Time che peraltro è stato rivisto utilizzando il sistema di correzione con stelo di carica a tre posizioni in cui, invece che i pulsanti, si usa la corona: una volta estratta e portata nella posizione intermedia basta ruotarla in senso orario o antiorario per posizionare sull'ora voluta la lancetta che segna l'ora locale. Per fissare l'ora di casa, invece, bisogna spostare la corona nella posizione più esterna. Senza i pulsanti il design dell'orologio assume un aspetto più minimal, quantomeno in riferimento allo spazio che occupa al polso. Perché di minimal il Calendario Annuale Travel Time Ref.5326G-001 ha ben poco, se si considerano il meccanismo che lo anima, i materiali che sono stati usati e le decorazioni che lo impreziosiscono. Infatti, a cominciare dal movimento con micro-rotore in platino e riserva di carica fino a 48 ore, come anticipato sopra, questo può vantare ben otto brevetti: la messa all'ora a tre posizioni; il meccanismo di Calendario Annuale avanti-indietro; la molla del fuso lineare; il ponte di mantenimento girevole; il delta di inerzia; il meccanismo di freno del disco in fase di correzione e i correttori flessibili.

Loading...

La cassa in oro bianco di 41 mm di diametro ha la carrure che è finemente decorata con il motivo Clous de Paris, mentre il fondello in cristallo zaffiro trasparente permette di vedere il movimento rifinito a mano. E c'è il quadrante dalla particolare texture granulosa in grigio antracite, leggermente sfumato nero all'estremità, sul quale si trovano le cifre applicate in oro bianco, le lancette (quella traforata segna l'ora di casa), due finestre in linea a ore 12 a indicare il giorno della settimana e il mese, e una terza per la data a ore 6. Inoltre, altre due finestrelle (questa volta tonde) segnano il giorno/notte sia per l'ora locale (a ore 8) sia per quella di casa (a ore 4). Sempre a ore 6 ecco i piccoli secondi e le fasi di luna. Le indicazioni del calendario annuale si possono regolare usando i correttori posizionati ai lati della cassa. Infine, in dotazione ci sono due cinturini intercambiabili in pelle di vitello beige e nera, entrambi con chiusura in oro bianco. Quando si parla di viaggi, Patek Philippe fa davvero sul serio.

Riproduzione riservata ©

loading...

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti