ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCovid

Quarte dosi, riaprono hub e drive in: il governo punta a 100mila al giorno, si parte da sotto 50mila

In base ai dati di Lab24, l’ultimo dato disponibile consolidato, relativo al 12 luglio è di 26mila somministrazioni. Il dato (ancora parziale) relativo al 13 luglio è invece di 36mila iniezioni.

di Andrea Gagliardi

(ANSA)

2' di lettura

Un modello misto in cui gli hub (uno ogni 50.000 abitanti), saranno integrati da altri punti vaccinali presso strutture sanitarie stanziali tipo presidi ospedalieri, case della salute, medici di medicina generale e farmacie. È quello su cui punta il direttore dell’Unità di completamento della campagna vaccinale, generale Tommaso Petroni, nelle linee di indirizzo per il secondo richiamo (quarta dose), destinato agli over 60, inviate a regioni e province autonome. Il tutto dopo la circolare dell’11 luglio 2022 del ministero della Salute, sull’ estensione della platea vaccinale.

Regioni e province chiamate a mobilitarsi

Per completare il piano del secondo richiamo del vaccino anti-Covid per gli over 60, e tenuto conto della platea (stimata in circa 12 milioni ai quali sottrarre i guariti), l’obiettivo è ambizioso: raggiungere un target nazionale di somministrazioni giornaliere «che dovrebbe attestarsi almeno alle 100.000 dosi». E per questo si invitano le Regioni e le Province Autonome a porre in essere una organizzazione dedicata.

Loading...

Obiettivo 100mila dosi al giorno ma siamo sotto 50mila

Ma bisognerà correre perché i numeri attuali sono bassi. In base alle elaborazioni di Lab24, l’ultimo dato disponibile consolidato, relativo al 12 luglio è di 26mila somministrazioni. Il dato (ancora parziale) relativo al 13 luglio è invece di 36mila iniezioni. Ecco perché nel documento inviato da Petroni alle regioni si invitano i governatori «a porre in essere una organizzazione dedicata» per raggiungere il target nazionale di somministrazioni giornaliere. L’adesione iniziale sembra incoraggiante. «Sono già oltre 3 mila nella prima mezz'ora le prenotazioni effettuate per la quarta dose rivolta agli over 60 e le persone con fragilità» fanno sapere dall’assessorato alla Salute della Regione Lazio.

Riaperti i drive-through per le dosi

Molti territori, da Belluno a Terni, hanno già riaperto i drive-through per le dosi. Le stesse strutture potrebbero presto essere utilizzate nel Lazio anche per i tamponi (farmacie e laboratori restano i luoghi che producono il maggior numero di test), dove intanto sono stati riattivati gli hub vaccinali a Termini, Piazzale Ostiense, la Vela e Cinecittà. Nella regione si è registrato un aumento delle somministrazioni di circa il 40%, prevalentemente quarte dosi.

Il ruolo dei medici di famiglia

La platea stimata di chi potrà fare la quarta dose è di circa 12 milioni ai quali però va sottratto chi è guarito. E resta vitale anche il coinvolgimento dei medici di famiglia: «in uno scenario epidemiologico caratterizzato da una immunizzazione della popolazione fortemente diversificato - scrive Petroni - risultato in moltissimi casi da vaccinazioni e pregressa infezione, il coinvolgimento del medico di medicina generale appare fondamentale per proporre al singolo individuo la schedula più idonea»

L’aumento dei ricoveri

Prosegue anche l’aumento dei pazienti Covid negli ospedali. Nei reparti ordinari si è tornati sopra i 10mila ricoverati, mentre nelle terapie intensive ci si avvicina a quota 400. E nell’ultima settimana, dal 5 al 12 luglio la Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere ha registrato, nei nosocomi aderenti alla sua rete sentinella, una crescita del 35,5% dei ricoveri. Un balzo significativo rispetto all’incremento del 19% registrato nel corso della settimana precedente. Ma se nei reparti ordinari il rialzo è ora del 38%, mentre si assiste a una lievissima flessione del 7% nelle rianimazioni.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti