strategie

Quattro sfilate performance per Sangalli

di Giulia Crivelli

3' di lettura

Passione e razionalità; coraggio e prudenza; entusiasmo mitigato da qualche giovanile delusione; fiducia nell’Italia alternata a momenti di tristezza per le difficoltà burocratiche e la sempre insufficiente meritocrazia e per la disattenzione ai giovani. In Federico Sangalli convivono tutti questi pensieri, tutte queste sensazioni e pulsioni. Guidato da una volontà di ferro, l’imprenditore e stilista non ha mai lasciato che uno solo dei molti elementi che abbiamo citato prevalesse: ha seguito un sogno e costruito la sua azienda e il suo marchio di moda da donna, restando «orgogliosamente indipendente e libero».

Nel 2004 Sangalli prese in mano l’atelier che la madre Maria aveva fondato in corso Vittorio Emanuele, a Milano, nel 1972. «Sono cresciuto in mezzo ad aghi, fili, macchine per cucire e savoir faire artigianale – spiega –. Da mia madre e da tutte le persone, in particolare le sarte, che lavoravano con lei, ho imparato come disegnare e dare vita a un abito di haute couture e non credo esistano scorciatoie. L’alta moda o alta sartoria ha bisogno di tempo e nasce solo dalla qualità dei materiali e dalla sapienza nel costruire dettagli, magari invisibili a una prima occhiata. E per me vuole dire inoltre made in Italy. Anzi, made in Milan».

Loading...

L’haute couture è per definizione una nicchia, Sangalli ha sempre guardato anche altrove: è del 2001 ad esempio la prima collezione di “alto pret-à-porter”, che lo stilista pensò per le clienti dell’atelier e per alcuni negozi milanesi. «La moda concepita come forma di alta artigianalità ha molte affinità elettive con altre forme artistiche, tra le quali il teatro. In fondo una sfilata è, almeno per come la concepisco io, un piccolo grande spettacolo».

Si spiegano così molte collaborazioni di Federico Sangalli: «Nel 2008 disegnai i costumi di scena per due spettacoli di Luciana Savignano. mentre la collezione autunno-inverno 2010 -2011 fu presentata con uno show al quale partecipò il grande coreografo e ballerino David Parsons». Ora per lo stilista è arrivata una svolta: in occasione della prossima fashion week di Milano (20-25 settembre), verrà inaugurato uno spazio in via San Primo, a due passi dal quadrilatero della moda. Oltre 400 metri che lo stesso Sangalli, pur avvezzo a metafore linguistiche, oltre che creative, fatica a definire. «L’atelier si trasferisce qui e gli spazi con la luce migliore li abbiamo lasciati alla sarte – racconta –. Ma ci sono persino due vetrine sulla strada: per la prima volta nella mia vita ho costruito un accesso libero al mio universo. Non riesco a chiamarlo negozio, però in parte di questo si tratta. La prima cosa che si vedrà entrando è lo spazio vendita ed è qui che dal 21 al 24 si terranno i primi quattro eventi. Sfileranno le collezioni, ma ci saranno anche degustazioni di vino e olio e l’ultimo giorno sarà dedicato alla linea Sangalli Kids».

Lo stilista è concentrato da sempre solo sulla donna: in via San Primo sarà una felice convivenza con il collega e amico Donato Di Veroli, specializzato in alta sartoria maschile. «Un’altra parte dello spazio è adibita a showroom e c’è persino una sorta di dehor, che vorrei far vivere a tutti i clienti, specie agli stranieri, che per me sono la maggioranza. Si dice sempre che il mondo ha voglia di made in Italy e che idealizza il nostro “stile di vita” – conclude Sangalli –. Io vorrei far capire che il piacere del buon vino e del buon cibo e che la creatività nel tessile e nella moda sono parte di un unico quadro. La qualità, lo stile, la ricercatezza, l’originalità, richiedono passione, tempo, pazienza e così compongono quel meraviglioso Paese che si chiama Italia».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti