ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùqui design! - osservatorio mira

quel contributo nascosto (ma fondamentale) alla manifattura

2' di lettura

Le imprese manifatturiere utilizzano il design?

Per rispondere a questa domanda, il team di ricerca dell’Osservatorio Regionale sul design in Piemonte Mira, nel contesto dell’analisi del settore ha identificato tre tipologie di imprese, sulla base del loro utilizzo del fattore design: le imprese che svolgono attività di design come core business («Core Design»), quelle che utilizzano il design come input caratterizzante per lo sviluppo della propria offerta («Design Driven»), e quelle in cui il design risulta presente ma poco visibile perché non si riflette direttamente nell’output e offre un contributo spesso non percepibile, quasi nascosto («Design Hidden»).

Loading...

Per identificare le situazioni in cui il design è presente ma non visibile, sono stati raccolti dati specifici in occasione della 201esima «Indagine congiunturale sull’industria manifatturiera» in collaborazione con Unioncamere Piemonte. Tali dati mostrano che la cultura del progetto nelle sue diverse declinazioni metodologiche e pratiche è adottata dal 33,2% dei rispondenti, soprattutto nell’ambito del design del prodotto e della comunicazione. Il ruolo del design di prodotto nelle imprese manifatturiere prescinde dalla dimensione aziendale, confermando la “storicità” di questa tipologia di approccio al design, mentre il design della comunicazione e il packaging design vengono utilizzati soprattutto dalle grandi imprese. Seppur con percentuali inferiori, anche le più recenti traiettorie del design sembrano essere collegate alla dimensione aziendale: sono le medie e le grandi imprese manifatturiere del Piemonte che conoscono e utilizzano il design strategico nelle proprie attività. Questo risultato è in linea con le difficoltà concettuali degli approcci emergenti di design che necessitano di una maggiore strutturazione delle imprese e di una forte propensione da parte del management ad adottare strumenti e professionalità di questo ambito.

Guardando alle tipologie di industria manifatturiera e alle province, emerge l’utilizzo del design per il packaging, la comunicazione e il multimediale soprattutto da parte delle industrie alimentari dell’Astigiano e del Cuneese con più di 250 addetti. Questo risultato può essere ricondotto alla presenza di imprese molto attente alle relazioni con i clienti, soprattutto quelli finali, attraverso l’utilizzo di diverse strategie di marketing strettamente correlate al design e al tema della sostenibilità ambientale (packaging ecosostenibili), oltre alla necessità di ottimizzare gli imballaggi in relazione ai trasporti, all’esposizione degli stessi nei punti vendita e all’obbligo di riportare una serie di informazioni sulla confezione che può divenire, anch’essa, leva di comunicazione e marketing.

Rendere visibile l’apporto del design nel Design Hidden è uno degli obiettivi del nostro Osservatorio. Questi primi risultati dimostrano che un terzo dell’industria manifatturiera utilizza il design nelle proprie attività produttive ma ulteriori indagini e approfondimenti aiuteranno a comprendere meglio lo scenario regionale.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti