Corsa Quirinale

Quirinale, Berlusconi ora gioca sui tempi: salta il vertice con gli alleati

L’unità del centro destra non è affatto scontata: il fatto che sia saltato il vertice programmato ne è la conferma

di Barbara Fiammeri

Salvini pressa Berlusconi: "Subito i numeri per il Colle o una proposta dalla Lega"

3' di lettura

«Il vertice si farà entro questa settimana, come abbiamo promesso», assicurava ieri sera Matteo Salvini. Al momento però si registra un rinvio sine die. Silvio Berlusconi rimane blindato ad Arcore a caccia di voti e non sembra avere fretta di incontrare i suoi alleati.

«Di qui a giovedì prossimo c’è tempo», si fa notare dalle parti di Villa San Martino,con riferimento a giovedì prossimo, quando partirà la quarta votazione, quella in cui il quorum scende e si richiede per essere eletti solo la maggioranza assoluta dei componenti, ovvero 505 voti.

Loading...

Berlusconi prende tempo

Parole che certo non piacciono né a Giorgia Meloni né - soprattutto - a Salvini. Il leader della Lega non è intenzionato ad assecondare Berlusconi. «Deve farci sapere se ha i numeri per andare in Aula» perché in caso contrario «abbiamo l’ambizione di fare una proposta di centrodestra e di altissimo livello», spiega il segretario del Carroccio che non ha mai smesso di lavorare al piano B, confrontandosi «con tutti» i principali leader politici.

Salvini non ha alcuna intenzione di farsi trovare con il cerino in mano. Ieri, mercoledì 19 gennaio, circolava (con più insistenza rispetto ai giorni scorsi) la possibile candidatura - in alternativa a Berlusconi - della presidente del Senato, Elisabetta Casellati, che è si di Forza Italia ma ha un ottimo rapporto con il numero uno della Lega.

Anche Giorgia Meloni al termine dell’esecutivo di Fratelli d’Italia ha fatto sapere che il suo partito, qualora Berlusconi uscisse di scena, «è pronta a formulare le sue proposte per concorrere a costruire la convergenza più ampia su personalità » nel campo del centrodestra.

L’unità perduta

Come premette Meloni, però, «solo se unita la coalizione può giocare da protagonista» la partita per il Colle. Ma questa unità non è affatto scontata e il fatto che sia saltato il vertice programmato per oggi, giovedì 20 gennaio, ne è la conferma.

Anche perché da Arcore si sono guardati bene dall’indicare un’altra data:«Certamente Berlusconi non sarà a Roma né giovedì e probabilmente neppure venerdì». L’ex premier non molla e anche se Vittorio Sgarbi dà ormai per morta la cosiddetta «operazione scoiattolo», la caccia ai voti non si è mai interrotta.

«Non credo che qualcuno possa immaginare di candidarsi a qualunque ruolo senza verificare i numeri con gli alleati», ha commentato ieri al termine dell’esecutivo di Fdi, Fabio Rampelli.

Non è solo questa la ragione per cui Berlusconi ha bisogno di tempo. È chiaro che offrire fin da ora la sua rinuncia gli farebbe perdere la centralità conquistata in queste settimane e che vuole mantenere, se non da candidato al Quirinale, da principale sponsor di chi al Colle ci andrà davvero.

Le ipotesi Mattarella e Draghi

È l’unico modo per non uscire di scena definitivamente. Per questo però deve puntare a un’operazione sulla quale la convergenza sia la più ampia possibile. La prima opzione è quella del Mattarella bis ma è quasi impraticabile, vista l’ostilità a questa ipotesi già manifestata da Giorgia Meloni, che è il leader non solo di Fdi ma dell’opposizione.

L’altra ipotesi è Draghi. Si dice che Berlusconi sia molto infastidito dall’atteggiamento del premier e ritiene effettivamente «complicato» il suo trasloco nel Palazzo dei Papi. Ma certo una volta fuori gioco dalla corsa per il Colle anche le frizioni verso quello che riteneva il suo principale rivale sono destinate a venire meno.

«Se Berlusconi facesse il nome di Draghi, nel giro di qualche ora sarebbero in molti a seguirlo», sostengono gli sponsor del premier che non mancano in Forza Italia e che si dicono convinti anche della convergenza di Meloni e, sia pur riluttante, di Salvini: «Non è stato proprio la Lega con Giorgetti a preparare l’ascesa del premier?».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti