Sicilia

Radenza scommette sull’e-commerce e rafforza la logistica

di Nino Amadore


2' di lettura

Il completamento di una nuova struttura logistica a Catania e il rafforzamento nell’e-commerce. Sono le due direttrici più immediate su cui si muove la News Fdm che ha la sede principale a Modica in provincia di Ragusa. Un gruppo creato da Salvatore Radenza che opera in Sicilia come concessionario in esclusiva del marchio Crai con circa 50 punti vendita di proprietà a marchio Crai e circa 450 punti vendita affiliati. In pratica circa il 10,5% della quota di mercato siciliana secondo il dato Nielsen.  

Radenza oggi conta su un totale di 850 dipendenti con un balzo in avanti di 350 unità rispetto al 2019 frutto di nuove aperture e acquisizioni: l’anno scorso, pere dire, il gruppo Radenza ha acquistato 14 punti vendita ex Simply (Auchan) salvando 216 posti di lavoro. Mentre il fatturato complessivo nel 2020 arriverà a 450 milioni di euro in crescita del 20% rispetto all’anno scorso. Una crescita in linea con quanto annunciato l’anno scorso nell’ambito di una convention aziendale e confermato ora il direttore generale del gruppo Radenza Giuseppe Spadaro il quale ha tracciato il bilancio previsionale per il triennio: il programma è di arrivare al 15% di quota di mercato in Sicilia e a 750 milioni di euro alle casse. Si tratta di «un sempre più performante progetto di franchising evoluto partendo dal dato dei 100.000 clienti al giorno che visitano i negozi Crai, 300 produttori regionali, 700 produttori nazionali e 3500 addetti» ha spiegato il direttore generale.

Loading...

Fornitori e produttori locali ritenuti asse portante della struttura Crai in Sicilia: a loro, dopo la riapertura alla fine del lockdown, è stato dedicato un intero volantino promozionale, punto di partenza di quello che viene disegnato come un percorso virtuoso che va oltre.

Intanto il gruppo ha avviato un lavoro organizzativo per adeguare la macchina alle dimensioni: «Nel corso del 2020, pur in un anno afflitto dalla pandemia, ha consolidato la propria struttura organizzativa potenziando fortemente l'area delle risorse Umane e quella della customer satisfaction - spiega l’amministratore delegato della New Fdm Danilo Radenza -. L’obiettivo è da una parte di potenziare il percorso di valorizzazione delle persone che operano in azienda e, dall'altra, di aumentare la capacità di ascolto dei propri clienti e di tutte le entità economiche che entrano quotidianamente in contatto con la società, come fornitori, istituti di credito, amministrazioni pubbliche».

Il gruppo modicano punta dunque a crescere ancora e guarda al futuro del dopo pandemia puntando a rafforzarsi: «da un lato il completamento della piattaforma logistica, dotata di soluzioni tecnologiche altamente avanzate ed in grado di ottimizzare i flussi logistici migliorando, contestualmente, il livello di servizio offerto alla clientela - spiega Danilo Radenza -. Dall’altro l’e-commerce e dunque il digitale. Durante la quarantena, le vendite online fronte food hanno visto una crescita senza precedenti. Un aumento del 120% da gennaio al 21 giugno, e del 160% solo nel post lockdown, cioè dal 4 maggio al 21 giugno. Inoltre, l'e-commerce dei prodotti alimentari è destinato a crescere: il 95% degli italiani, infatti, crede che l'acquisto web di prodotti alimentari aumenterà nei prossimi anni».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti