ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCalcio & Media

Rai, dove vedere i Mondiali di calcio (che sbarcano anche sulla Bobo Tv)

Presentata l’offerta per i Mondiali al via tra un mese in Qatar. «Evento planetario, che deve sul servizio pubblico», dice l'ad Rai Fuortes, ammettendo che «sarà in perdita»

di Andrea Biondi

(ANSA)

3' di lettura

Marcia di avvicinamento ufficialmente partita per i Mondiali 2022. Fra meno di un mese il fischio di inizio per questa edizione si terrà, eccezionalmente, in autunno e non d’estate e in Qatar. Sarà la Rai a trasmettere tutte le partite, in esclusiva, riprendendosi la scena rubata 4 anni fa da Mediaset. «La Rai – promette l’ad Carlo Fuortes – ce l’ha messa e ce la metterà tutta. Il Mondiale di calcio, insieme alle Olimpiadi, è l’evento più importante a livello internazionale. È molto importante che la Rai compia lo sforzo massimo possibile per portarlo a tutti gli italiani, in tutte le case, in modo gratuito».

Offerta anche in 4K

Tutte le 64 partite dell'edizione 2022 della Coppa del Mondo di calcio saranno trasmesse, in diretta e in esclusiva, sui canali tv Rai. Nel dettaglio, 37 andranno in onda su Rai 1; 19 su Rai 2 e 8 su Rai Sport HD. Gli orari per gli spettatori italiani: alle 11, alle 14, alle 17 e alle 20. Tutte le partite in onda su Rai1 saranno trasmesse anche in altissima definizione, non solo via satellite, attraverso il canale 210 di TivùSat, ma anche in modalità ibrida. «In tutte le case dotate di un televisore connesso di ultima generazione», spiega l’ad Rai. Ogni partita, poi, novità dalla Fifa, sarà ripresa da 34 telecamere, il numero più alto mai utilizzato.

Loading...

L’ad Fuortes: «È evento da servizio pubblico»

Viale Mazzini gioca così una scommessa che, mette le mani avanti Fuortes, alla fine sarà in perdita. «Non si può pensare che un evento come i Mondiali di calcio, così come le Olimpiadi, sia dal punto di vista commerciale in attivo. Non mi risulta che sia mai successo», ha replicato l’ad rispondendo alle indiscrezioni secondo cui i prossimi Mondiali di calcio sarebbero costati 180 milioni di euro in diritti, a fronte perdite da introiti pubblicitari da 100 milioni. «Le cifre non sono quelle, sono più basse», puntualizza l’ad. «Parliamo di un evento planetario, di interesse straordinario, che deve essere inviato attraverso il servizio pubblico. Non è solo un evento sportivo, ma è anche un evento culturale, un fatto sociale. L’idea di fare profitto su un evento di questo tipo credo che, più che sbagliata, sia proprio impossibile. Tra l’altro, mi risulta che questo sia costato meno dei Mondiali 2010 e 2014».

Dopo i Mondiali del 2018 a Mediaset

In realtà dal punto di vista dei conti per Mediaset l’operazione dei Mondiali 2018 è stata favorevole, con chiusura in attivo tanto che, secondo i rumors a ridosso dell’assegnazione poi andata alla Rai, anche da Cologno sarebbe stata presentata un’offerta alla Fifa, in modo date da fare all-in ed estromettere la Rai. Viale Mazzini avrebbe perciò puntato forte, nella consapevolezza che altrimenti non sarebbe bastato. Ora ci sarà da fare i conti anche con i limiti di affollamento che per Rai sono più stringenti. Ma dalle parti della Tv pubblica si ostenta ottimismo.

Accordo fra Rai Pubblicità e la Bobo Tv

Intanto ai Mondiali di Qatar 2022 sbarca anche la Bobo Tv. Non più solo su Twitch, quindi, ma anche su Rai1 e Rai Play (in diretta streaming e on demand). Un modo per la Rai per serrare i ranghi sul fronte delle audience permettendo alla Rai di valorizzare un’offerta commerciale di branded content firmata dalla concessionaria pubblicitaria del servizio pubblico. «Saranno 22 pillole di 4-5 minuti in cui parleremo di calcio e campioni cercando di tenere Antonio (Cassano, ndr) calmo», assicura Vieri durante la presentazione del palinsesto Rai a viale Mazzini. «Gli daremo delle gocce tranquillanti prima dei match e comunque vi faremo divertire per tutto il Mondiale».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti