GRANDI GARE

Rally del Friuli Venezia Giulia: il Cir 2019

Si riaccendono i motori del campionato italiano rally sulle strade friulane. Tutti i team e gli equipaggi sono pronti e determinati a dare il meglio per il terzultimo round della stagione

di Giulia Paganoni


default onloading pic

2' di lettura

Dopo Roma è tempo di Udine. Sono passati un paio d'anni dall'ultima edizione del Cir nel Friuli ma il legame con queste strade è stato tale per cui quest'anno torna la validità “Campionato Italiano Rally”.

Tutti gli equipaggi sono molto determinati a portare a casa punti importanti per il campionato: dal leader in classifica Basso (Skoda Fabia R5) che vuole consolidare la sua posizione agli inseguito Campedelli (Ford Fiesta R5), Rossetti (Citroën C3 R5) e Crugnola (Skoda Fabia R5).

Grande determinazione in casa Citroën dopo l'amaro ritiro al Rally di Roma che ha limitato la corsa al campionato non avendo raccolto i punti in palio. Ma qui l'equipaggio del Double Chevron parte con un minimo di vantaggio perché il driver Rossetti è di casa e questa è per lui la diciassettesima partecipazione al rally.

Appuntamento fondamentale, quello di Udine, anche per il team Ford Racing che a tre gare dalla conclusione del campionato vuole dare il massimo sia per il titolo Italiano costruttori sia per quello piloti. Per questo, in vista della gara Friulana, il pilota Campedelli è stato convocato dalla M-Sport per dei test di sviluppo sulla nuova Ford Fiesta R5, vettura che ha fatto il suo debutto proprio la scorsa gara, a Roma.

Per quanto riguarda il campionato due ruote motrici, l'equipaggio ufficiale Peugeot, Ciuffi-Gonella, che, dopo aver vinto le prime quattro gare del campionato, vuole continuare il trend positivo per la vittoria stagionale. La casa del Leone vede tutte le premesse positive; infatti, il team negli ultimi test ha apportato importanti messe a punto alla 208 R2 che si pensa possano essere determinanti sulle strade friulane. Il pilota toscano si trova a 60 punti seguito da Panzani su Ford Fiesta a 36 punti e Nucelli su Peugeot 208 R2 a 32.

Il percorso: oltre 150 km di prove
Due giorni di gare, undici le prove speciali per un totale di 153,85 km cronometrati.

Lo spettacolo inizierà venerdì 30 poco dopo le ore 15 con la prima PS. I tracciati della prima giornata sono nell'area montuosa intorno a Udine, dalla Valle di Soffurbergo alle Malghe di Porzûs.

Per la prima giornata sono in programma cinque prove speciali per un totale di 52,47 km cronometrati. Sabato, gli equipaggi ripartiranno dal riordino di città Fiera per le tre prove da ripetersi due volte della seconda giornata di gara. In totale, sabato saranno 101,38 km di prove speciali. L'arrivo è previsto alle ore 18 a Udine.

Campionato: le classifiche prima a tre gare dalla conclusione
La classifica piloti vede al comando Basso con 64,50 punti seguito da Campedelli a 51,75 punti, terzo Rossetti a 46,50 e quarto posto per Crugnola a 40,25 punti.

Per quanto riguarda la classifica costruttori, in vetta c'è Ford con 55,50 punti seguita da Citroën a 49,25 punti.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...