WRC2021

Rally Monte-Carlo: buona la prima per Ogier-Ingrassia su Toyota Yaris

Per l'ottava volta, Ogier e Ingrassia su Toyota Yaris Wrc vincono il Rally di Montecarlo, il grande classico di apertura della stagione competitiva. Sul podio anche i compagni di squadra Evans-Martin e Neuville-Wydaeghe, quest'ultimo al suo primo podio nel Wrc.

di Giulia Paganoni

default onloading pic
(Toyota Gazoo Racing / McKlein)

Per l'ottava volta, Ogier e Ingrassia su Toyota Yaris Wrc vincono il Rally di Montecarlo, il grande classico di apertura della stagione competitiva. Sul podio anche i compagni di squadra Evans-Martin e Neuville-Wydaeghe, quest'ultimo al suo primo podio nel Wrc.


3' di lettura

Incognite e colpi di scena non sono mancati all'89esima edizione del Rally Monte-Carlo. A partire dalle condizioni meteo e della strada, sempre un terno all'otto in questa competizione. Inoltre, questa era la prima uscita ufficiale delle Wrc Plus gommate Pirelli.
La prima tappa: un alternarsi di condizioni
Partenza giovedì alle 13.10 dal parco assistenza di Gap nelle prime due prove speciali (davvero impegnative) Tänak-Martin su Hyundai i20 Coupé Wrc si sono imposti costruendo un vantaggio di 3.3 secondi sul giovane pilota Toyota Rovamperä.
Venerdì mattina partenza molto presto, con l'ingresso nel parco assistenza alle 5.04 del mattino, quando ancora il sole non è sorto.
Una giornata impegnativa che ha visto diversi colpi di scena date le condizioni con un continuo alternarsi di umido, fango e ghiaccio. Il più veloce è stato Ogier, che si è imposto anche sulle ps 4 e 5 portandosi così a guidare la classifica con 11.3 secondi di vantaggio sul compagno di squadra Evans. Terzo Tänak a 24.8 secondi, quest'ultimo autore di un grande recupero del posteriore in piena velocità sulla ps5.
Il secondo passaggio sulle stesse strade è risultato più difficoltoso dato lo sporco e il degrado dato primo round. Questo è costato una foratura a Ogier (Toyota) che è scivolato in seconda posizione.

La doppia foratura di Tänak
Sabato programma compatto con sole tre prove cronometrate. Partenza sempre molto presto e con la “sorpresa” a Gap di una tromba d'aria che ha danneggiato gravemente molte postazioni nel parco assistenza. Incredibile la decisione e la precisione del duo Ogier-Ingrassia che nella prima ps da 18 km hanno inflitto subito 17.8 secondi ai compagni di squadra, riportandosi alla testa della classifica. Neuville poi firma una schatch nella ps10, dove il suo compagni di squadra Tänak è costretto a fermarsi più volte a causa di una foratura, la seconda e, avendo una sola scarta, ha terminato la prova sul cerchio ed è arrivato al service su tre ruote, dove ha deciso di ritirarsi. Ma la vicenda non è passata inosservata ai commissari sportivi che hanno ritenuto l'acceduto pericoloso perché in violazione all'art. 34.1.5 del Regolamento Sportivo Fia Wrc 2021 e hanno condannato l'equipaggio ad una gara di stop, con sospensione della pena. Se il fatto dovesse ripetersi entro l'anno, diventerà esecutiva.L'ultima prova di giornata, la numero 11, della giornata viene vinta da Evans ma il leader resta Ogier, entrambi su Toyota Yaris.

Loading...

La vittoria di Ogier-Ingrassia: l'ottava nel principato
L'ultima giornata di gara, quella di domenica, è riservata ai primi 50 equipaggi classificati. Quattro prove speciali per un totale di poco più di 50 chilometri cronometrati. Ogier-Ingrassia con la loro Toyota Yaris Wrc sono in ottima forma firmando tre delle quattro prove in programma, lasciandone solo una a Neuville su Hyundai. A Monaco grande festa per Toyota con due equipaggi sui primi due gradini del podio: Ogier-Ingrassia ed Evans-Martin. A chiudere il podio, il duo al debutto insieme della Hyundai, Neuville-Wydaeghe, per quest'ultimo il primo podio nel Wrc. Una curiosità è che questo rappresenta la vittoria numero 50 per Ogier e Ingrassia nel Fia World Rally Championship, divenendo solo i secondi concorrenti a raggiungere il traguardo. Questa è la prima volta che il team vince la gara più prestigiosa del campionato con la sua Toyota Yaris Wrc, nonostante sia salito sul podio ogni anno dal suo debutto nel 2017. È la quarta vittoria del Rally di Monte-Carlo nella storia della Toyota, arrivata al 30° anniversario dalla sua prima vittoria nel 1991.Da sottolineare la buona prestazione degli equipaggi italiani, tutti su Skoda Fabia R5, con Ogliari-Granai giunti 28esimi assoluti, Boroli-Imerito 33esimi assoluti, Brazzoli-Barone 43esimi, Aringi Bentivoglio-Bosi 44 esimi e Covi-Lorigiola 49esimi. Peccato per il ritiro di Miele-Beltrame autori di alcune performance molto interessanti.

Classifica e prossimo appuntamento
Dopo la prima gara di campionato, la classifica piloti vede Ogier a 30 punti (vincitore anche della Power Stage), seguito da Evans a 21, Neuville a 17, Rovamperä 16 e Sordo 11. Mentre nella classifica costruttori, Toyota primeggia con 52 punti, seguita da Hyundai a 30 e Ford a 10. Il prossimo appuntamento sarà il 26-28 febbraio al Wrc Artic Rally Finland.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti