COMPETIZIONI

Rally Targa Florio: tutto pronto per un nuovo round del Cir2020

La corsa più antica del mondo è pronta a prendere il via. Gli equipaggi partecipanti al Cir si sfideranno lungo i 90 km di prove cronometrate.

default onloading pic

La corsa più antica del mondo è pronta a prendere il via. Gli equipaggi partecipanti al Cir si sfideranno lungo i 90 km di prove cronometrate.


3' di lettura

Sarà un altro weekend di adrenalina. Il duello Basso-Crugnola riprende in Sicilia, al Rally Targa Florio ( fino al 12 settembre), dove gli equipaggi sono chiamati a a percorrere le strade leggendarie della famosa Cursa.

Le prove speciali: 90 km per conquistate il podio

Sono novanta i chilometri cronometrati che gli equipaggi dovranno affrontare nei due giorni di gara per un totale di nove prove speciali. Dopo le verifiche e lo shakedown del venerdì, la partenza è prevista sabato da Campofelice di Roccella (Targa Florio Village), per affrontare tre ps da ripetersi tre volte: Tribune (6,15 km), Targa (10,15 km) e Scillato-Polizzi (13,70 km). L'arrivo, sempre a Campofelice di Roccella, è previsto per le ore 19.15.

I protagonisti: tanti i pretendenti alla vittoria

Da un lato i campioni in carica ed attuali leader con 39 punti Basso-Granai su Volkswagen Polo R5, dall'altra a quota 30 punti Crugnola-Ometto vincitori di due gare su tre a bordo della Citroën C3 R5. La Targa Florio non sarà però una partita a due. Dice tutt'altro l'elenco iscritti, che riporta molti nomi di driver dal piede pesante, soprattutto sull'asfalto. Come quello di Stefano Albertini, con Danilo Fappani, che ha fatto vedere al Ciocco, con il terzo posto al suo rientro nel Cir, di avere ancora le carte in regola per puntare alle posizioni che contano. Dopo una tormentata gara di casa vuole ritrovare la confidenza di Roma il lucchese Rudy Michelini, attuale n°3 del Cir e leader del Cir Asfalto, che sarà ancora sulla Volkswagen Polo R5 insieme a Michele Perna.

Aci Team: il quarto round

Tornano nel contesto della massima serie i sei ragazzi di Aci Team Italia impegnati nel quarto round del Cir Junior, dopo la sfida su terra al San Marino Rally. Le prime quattro gare hanno fatto abbassare sensibilmente le quote di Andrea Mazzocchi, sempre più al vertice alla classifica degli Under 26 con 38 punti. Insieme a Silvia Gallotti il piacentino ha dominato anche la prima sulle strade bianche tra le Ford Fiesta Rally 4, gommate Pirelli, di Motorsport Italia. Ma l'asfalto, come ha già fatto, può di nuovo azzerare il gap e favorire la rincorsa dei rivali, con l'altro piacentino Giorgio Cogni (34 punti) che vuole la prima vittoria insieme a Gabriele Zanni dopo due secondi posti. Cerca il bis l'astigiano Emanuele Rosso (33 punti), che proverà a riprendere il filo lasciato a Roma con la vittoria in Gara 2, in coppia con Andrea Ferrari. Schiaccia reset dopo la tormentata parentesi a San Marino il lucchese Mattia Vita, sempre navigato da Max Bosi, mentre continua l'apprendistato rallistico del valtellinese Michele Bormolini con Daniel Pozzi dopo l'altalena di emozioni vissute nell'ultima sfida. In cerca di riscatto anche il varesino Riccardo Pederzani, con Edoardo Brovelli, di ritorno dal sofferto ritiro sanmarinese.

Due ruote motrici e Suzuki Cup

Ci sarà anche Paolo Andreucci, recordman di vittorie (10) e podi (15) nella Targa, quest'anno per puntare alla leadership del Cir Due Ruote Motrici. Il garfagnino proverà a ripetere la prova ed il risultato del Ciocco, sempre portando avanti lo sviluppo della nuova Peugeot 208 Rally 4 insieme ad Anna Andreussi. Tra i rivali nella categoria, il messinese Alessandro Casella che proverà a mettere da parte l'emozione sulle strade amiche della Targa, sempre navigato da Rosario Siragusano. Continuità è la parola d'ordine per il giovane di Bagni di Lucca Christopher Lucchesi, alle note il navigatore locale Marco Pollicino, che vuole ripetere l'ottima gara del Ciocco condizionata sul finale da una foratura. Stesso obiettivo per l'altro lucchese Daniele Campanaro, lui su Ford Fiesta R2 con Irene Porcu, per avvicinarsi ai primi in classifica. Si rinnova anche la corsa per il Campionato Italiano R1, con il capoclassifica aostano Simone Goldoni che proverà a comandare in classe oltre a proseguire lo sviluppo in gara della nuova Suzuki Swift Hybrid. Tra i volti più giovani del tricolore anche quello dell'esordiente Davide Porta, alla sua prima Targa Florio sulla Ford Fiesta.Con il CIR riprende anche la corsa per la Suzuki Rally Cup, in Sicilia per il terzo round di stagione. Osservato speciale per il monomarca giapponese firmato Suzuki Italia sarà Simone Rivia. Il parmense sulla Swift R1 è primo in classifica dopo l'exploit del Ciocco e dovrà difendersi da altri 7 rivali sulle vetture della casa di Hamamatsu. Su tutti da Giorgio Fichera, molto quotato sulle strade di casa al volante della Baleno R1.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti