presentato a Invitalia

Rapporto Cer: l’integrazione internazionale favorisce l’occupazione


default onloading pic
(LaPresse)

1' di lettura

Durante gli anni della crisi, l’integrazione internazionale dell'economia italiana ha favorito l'occupazione, o almeno ha contribuito a farla diminuire di meno. È questa l'evidenza del rapporto del Cer (Centro europa ricerche) sull'Integrazione internazionale e l'occupazione in Italia, presentato nella sede di Invitalia e realizzato con il sostegno di Unindustria.

Risultati migliori per le imprese che vanno all’estero
«La creazione di posti di lavoro all'’Estero, tramite investimenti diretti fatti da imprese italiane, invece di deprimere l'occupazione interna, sembra esercitare un ruolo complementare», si legge nel rapporto in cui si sottolinea come le imprese che vanno all’estero tendano ad avere risultati migliori anche in termini di occupazione in Italia.

Multinazionali: più remunerato il lavoro qualificato
Le imprese italiane di qualità che aprono all'estero si rafforzano dal punto di vista occupazionale anche in Italia, soprattutto se sono affiliate alle multinazionali», ha spiegato Lelio Iapadre, membro del Cer, «aggiungendo che le multinazionali presenti in Italia «fanno un uso più intenso di lavoro qualificato e tendono anche a remunerarlo meglio rispetto alle imprese nazionali».

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti