frodi sul web

Rc auto, ecco i 12 siti truffa che vendono assicurazioni false

L’Ivass ha diramato un elenco siti web irregolari: «Le polizze ricevute dai clienti sono false e i relativi veicoli non sono assicurati». Eccoli tutti nel dettaglio


Arriva l'Rc auto familiare anche per scooter e moto

2' di lettura

Polizze auto online? Posso offrire qualche sconto, ma anche qualche trappola. L’Ivass, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, segnala 12 siti internet irregolari. Avvertendo così i titolari di veicoli: «La
distribuzione di polizze assicurative tramite i seguenti siti è
irregolare. Le polizze ricevute dai clienti sono false e i
relativi veicoli non sono assicurati». Segue una black list dettagliata.

Il sito www.assicuralatemporanea.com, primo della lista, promette il 20% di sconto per i nuovi clienti e furto e incendio compresi gratuitamente per un itero anno. Anche www.assicurazioniabaco.it, che si presenta come «leader dal 2007 nel settore delle polizze Rca con particolare attenzione per le polizze assicurative temporanee» e anche come «broker assicurativo sottoposto al controllo dell’Ivass», è irregolare: l’Ivass ha fatto i suoi controlli.

Il portale di www.globaleassicura.it che fa capo a «un’azienda giovane e dinamica che opera nel settore delle polizze assicurative dal 2006» offre «una consulenza gratuita per: assicurazioni ramo Rc auto, infortuni, casa, Rc Profesionali e tanti altri». www.assicurazionecolombo.it prospetta invece direttamente un tariffario per polizze temporanee: sul sito si legge che per assicurare un’auto si va dai 90 euro per 5 giorni ai 380 per 120 giorni. Anche su www.misterpolizza.com si possono trovare i costi di un’assicurazione auto temporanea, anche solo per un giorno (50 euro): 5 giorni costano 90 e 120 giorni 390, secondo il motto «zero spese di agenzia, emissione in soli 5 minuti».

L’elenco di siti irregolari diffuso dall’Ivass continua con www.brokerassicurazioni.net che si presenta come «broker assicurativo in collaborazione con Fenice assicurazioni», che è un’altra segnalata della lista, anche se al momento il sito www.feniceassicura.it non si apre, indisponibile. Sulla pagina di www.myassicurazione.net si trovano indicazioni tariffarie in linea con le proposte degli altri siti presi in esame e in più la possibilità di contattare quello che si presenta come «broker regolarmente iscritto all’Ivass nel registro unico degli Intermediari» via WhatsApp, una modalità offerta dalla maggior parte di queste pagine web.

«Dal 2008 Categoria Breve è leader nel settore delle polizze Rca con particolare attenzione per le polizze assicurative temporanee», così si legge su www.categoriabreve.eu,altro sito irregolare segnalato dall’Ivass come pure su www.onebrokerassicurazioni.it la categoria di riferimento è quella di «assicurazioni temporanee onlie». http://facileassicura.com non è un vero e proprio sito ma un dominio che rimanda a generiche ricerche di Google. Invece www.polizzadiretta.eu, ultimo tra i siti irregolari della lista nera dell’Ivass, direttamente non si apre.

In generale l’Ivass consiglia ai consumatori di controllare, prima del pagamento del premio, che i preventivi e i contratti siano riferibili a imprese e intermediari regolarmente autorizzati, consultabili sul sito www.ivass.it.

Per approfondire
Rivoluzione Rc auto: tutta la famiglia paga il premio con la classe migliore (anche sulle moto)
Rivoluzione Rc auto, assicuratori all'attacco: norma distorsiva

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...