ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùeditoria

Rcs, dopo 10 anni ritorna il dividendo

di Andrea Biondi


Editoria, Cairo: Rcs non riceve contributi, ma non tagliarli

2' di lettura

Rcs torna al dividendo. Dopo 10 anni. Il cda di Rcs ha approvato i conti consolidati al 2018 che vedono ricavi consolidati a 975,6 milioni (+9%), un Ebitda di 155,3 milioni (+12,3%) e un risultato netto positivo di 85,2 milioni, in aumento del 20% sul 2017, in cui c’era stata una plusvalenza positiva di 14,9 milioni. L’indebitamento finanziario netto è pari a 187,6 milioni. Il cda ha dunque proposto di deliberare la distribuzione di un dividendo di 6 centesimi per azione per azione segnando il ritorno al dividendo con una cedola dopo 10 anni. Con una nota l’azienda editoriale guidata da Urbano Cairo sottolinea, inoltre, come siano stati raggiunti gli obiettivi di incremento della marginalità e riduzione dell'indebitamento previsti.

Per quanto riguarda l’evoluzione prevedibile della gestione, il gruppo «ritiene che sia possibile confermare anche per il 2019 l’obiettivo di conseguire livelli di marginalità e flussi di cassa della gestione operativa sostanzialmente in linea con quelli realizzati nel 2018, consentendo un'ulteriore significativa riduzione dell'indebitamento finanziario netto». I ricavi pubblicitari ammontano a 405,8 milioni e presentano un incremento di 7,5 milioni (+2% circa) su base omogenea rispetto al 2017. L’indebitamento finanziario netto si attesta invece a 187,6 milioni (287,4 milioni al 31 dicembre 2017) e evidenzia un decremento per circa 100 milioni rispetto al 31 dicembre 2017 e un decremento di 234,8 milioni rispetto al 30 giugno 2016, registrando quindi un più che dimezzamento rispetto all'indebitamento a metà 2016. Il miglioramento realizzato nell'esercizio 2018 è riconducibile ai significativi flussi di cassa positivi della gestione tipica (circa 118,7 milioni), in parte ridotti dagli esborsi per investimenti e oneri non ricorrenti (6,4 milioni) prevalentemente di competenza pregressa.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...