ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùImmobili

Rcs, Blackstone fa causa fino a 600 milioni a Cairo sulla vendita degli immobili

di Marigia Mangano

Urbano Cairo (Ansa)

2' di lettura

Blackstone torna all’attacco sulla contestata operazione di compravendita delle storiche proprietà del gruppo editoriale Rcs Mediagroup. Secondo indiscrezioni, il fondo di private equity Usa questa volta ha deciso di intentare una nuova causa legale direttamente contro il presidente e maggiore azionista di Rcs, Urbano Cairo, in merito al passaggio di proprietà degli immobili storici della società editoriale avvenuta nel 2013, si legge in un documento legale visionato dall’agenzia Reuters. Il risarcimento richiesto dal fondo americano, secondo indiscrezioni, sarebbe nell’ordine di 300 milioni. Che però raddoppiebbero a 600 con alcune rivendicazioni aggiuntive.

Il procedimento, presentato al tribunale di New York il 22 aprile scorso contro Cairo in persona, si aggiunge a quello già avviato in novembre dal gruppo Usa, poi sospeso il 24 aprile da un giudice americano in attesa dell’esito dell’arbitrato intentato da Cairo in Italia.
La disputa riguarda la vendita a Blackstone degli immobili di via Solferino e via San Marco, nel cuore di Milano, portata avanti allora da Rcs nell’ambito di un più ampio piano di risanamento, compreso un aumento di capitale da 400 milioni di euro, per mettere in sicurezza i conti del gruppo.

Loading...

Urbano Cairo, che ha preso il controllo di Rcs nel 2016, è ricorso a un arbitrato in novembre per chiedere l'annullamento della vendita, avvenuta a suo giudizio a prezzi troppo bassi proprio a causa della situazione di forte stress finanziario in cui si trovava la società editoriale. Il 16 settembre si terrà la prossima udienza dopo un primo incontro tra le parti che è avvenuto il 15 aprile scorso.
Il gruppo Usa ha risposto con una contro-causa a New York accusando Rcs di aver impropriamente reclamato la proprietà degli immobili e di aver per questo “intenzionalmente interferito” con la vendita ormai quasi conclusa degli asset ad Allianz. Il 24 aprile un giudice newyorchese ha però sospeso il procedimento in attesa dell’arbitrato iniziato a Milano.

Riproduzione riservata ©

  • Marigia Manganoinviato

    Luogo: Milano

    Lingue parlate: Italiano, Inglese

    Argomenti: Finanza, automotive, tlc, holding di famiglia, banche e assicurazioni

    Premi: Premio internazionale Amici di Milano per i giovani, 2007, categoria giornalista

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti