ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCONTENZIOSO LEGALE

Rcs-Blackstone: sulla sede di via Solferino primo round a Cairo, il caso passa in Italia

di Simone Filippetti e Marco Valsania


default onloading pic

2' di lettura

Urbano Cairo mette a segno un successo a New York nella battaglia con Blackstone. Il giudice della Corte Suprema statale Saliann Scarpulla ha deciso formalmente di sospendere il caso a Manhattan per lasciare il campo al procedimento arbitrale in corso in Italia.
«Siamo molto soddisfatti della attenta decisione del giudice», ha detto Michael Carlinsky, legale che ha presentato il caso per Rcs e il suo chairman Cairo. «Permetterà all’arbitrato di andare avanti».

Scarpulla ha messo fin da subito in forte dubbio la giurisdizione di New York sulla vicenda, affermando che non esistono indicazioni che alcun documento o contatto sia avvenuto a New York al riguardo della controversa cessione nel 2013 degli immobili di Via Solferino a Milano da una Rcs in crisi a fondi di Blackstone. Ha solo teoricamente lasciata aperta la possibilità di riconsiderare il caso, ma solo qualora l’autorità italiana si facesse lei stessa da parte; oppure se al termine della vicenda le parti volessero ripresentare rivendicazioni.

La battaglia tra Urbano Cairo, il proprietario del Corriere della Sera (nonché della tv La7 e patron del Torino calcio), e il colosso americano Blackstone prende le mosse da una operazione di sei anni fa, quando Blackstone comprò dal gruppo RCS la prestigiosa sede di Milano della casa editrice all’epoca di proprietà del salotto buono della finanza italiana (Mediobanca, Pirelli, Intesa Sanpaolo, Mittel, Diego Della Valle, la famiglia Merloni e lo stesso Cairo ma come socio di minoranza inascoltato).

L’anno scorso, Cairo ha contestato la vendita e ne ha chiesto l’annullamento proprio quando gli americani stavano rivendendo l’immobile alla tedesca Allianz. E ora dagli Usa chiedono i danni, stimati in trecento milioni. Dall'altra parte Cairo reclama che Via Solferino sarebbe stata svenduta.

A New York Blackstone ha portato un ricorso per danni dopo che Urbano Cairo, presidente di Rcs, aveva promosso un’azione a Milano in sede arbitrale lo scorso novembre - al momento aggiornata al prossimo settembre. Cairo sostiene che Blackstone nel 2013 avrebbe tratto un vantaggio considerato illecito dalla legge italiana nel prezzo di acquisto per gli immobili, pattuito in 120 milioni di euro, a causa del dissesto in cui versava allora la casa editrice del Corriere della Gazzetta dello Sport. Il fondo americano ha risposto con veemenza che le vendita è arrivata dopo una lunga procedura esaminata e approvata da Rcs. E che l’azione di Rcs ha ora paralizzato una cessione degli immobili a profitto alla Allianz Real Estate Gmbh, per un totale di 250 milioni di euro.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti