la sentenza

Cassazione: è reato la musica in auto tanto alta da far scattare gli allarmi

Tolleranza zero per chi circola con lo stereo della macchina ad un volume: scatta il reato se la musica è talmente alta da far partire gli allarmi delle auto in sosta

di Patrizia Maciocchi


default onloading pic
(Cultúra RM / AGF)

2' di lettura

Tolleranza zero per chi gira a tarda sera con lo stereo della macchina ad un volume così alto da far partire gli allarmi delle auto in sosta. Per far scattare il reato di disturbo alle occupazioni e al riposo delle persone, non servono neppure gli accertamenti per provare che si è superata la soglia della normale tollerabilità né occorrono delle denunce, basta la testimonianza dell’ufficiale della polizia giudiziaria che ha sequestrato la cassa acustica, come corpo del reato. La Cassazione (sentenza 2685) accoglie il ricorso del Pm contro la decisione del Tribunale di Messina di considerare insussistente il reato a carico del quasi quarantenne che, dopo le 21 e 30 di sera scorrazzava con la sua macchina in una zona decisamente popolata con la musica a tutto volume.

La sentenza

Visualizza

L’attivazione degli allarmi

Il Pm, come previsto dalla norma che ha riformato le impugnazioni (Dlgs 11/2018) in caso di contravvenzione da punire con pena alternativa al carcere, salta il grado di appello e si rivolge direttamente alla Suprema corte. Per la pubblica accusa aveva sbagliato il giudice di merito a negare il reato solo perché nessuno aveva denunciato e perché non c’era stata una rilevazione della soglia del rumore.

Non servono le denunce

La Cassazione precisa, infatti, che la violazione scatta anche in assenza di «offesa a soggetti determinati, quando venga posta in essere una condotta idonea ad arrecare disturbo ad un numero indeterminato di persone». Nello specifico é stato sufficiente sentire il poliziotto che aveva sequestrato lo stereo e testimoniato che la musica era talmente alta da far suonare gli allarmi di tutte le auto in sosta.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...