Regno Unito

Record di donazione d’arte grazie al regime fiscale Acceptance in Lieu

Nel 2020 l'Arts Council of England accoglie 52 doni del controvalore di 65 milioni di sterline per un totale in dieci anni di 423 milioni con 390 opere e beni culturali entrati nelle collezioni pubbliche

di Maria Adelaide Marchesoni

Édouard-Manet, Portrait of Jules Dejouy (Courtesy Sothebys)

3' di lettura

Un olio su tela del 1879 di Édouard Manet (1832-83), «Portrait of Jules Dejouy» (valutato 5,3 milioni di sterline), un raro manoscritto di Gaugain (6,5 milioni di sterline) di proprietà di un erede del produttore tessile tedesco Erich Goeritz, il dipinto di Camille Pissarro, «Soleil couchant dans notre pré» (per un valore di 1,1 milioni di sterline), sei incisioni di Rembrandt (150mila sterline), opere di Frank Auerbach e disegni di RB Kitaj (1 milione di sterline) sono solo alcuni dei beni artistici privati che nel 2020 sono stati donati alle collezioni pubbliche del Regno Unito nell'ambito del regime fiscale Acceptance in Lieu (AIL) che ha raggiunto un controvalore di 40 milioni di sterline per 52 donazioni a fronte di un ammontare record di “doni” pari a 65 milioni di sterline.

Chi ne beneficia

L' Arts Council of England , presieduto da Nicholas Serota, è l'ente che, sulla base delle disposizioni governative che indicano un budget annuale di crediti d’imposta da utilizzare, gestisce le diverse attribuzioni delle donazioni che sono di vitale importanza per le istituzioni e il settore culturale, soprattutto, in questo periodo di grandi difficoltà, come ha sottolineato Serota.

Loading...
Le opere donate nel 2020 allo Stato inglese e frutto di accordi fiscali

Le opere donate nel 2020 allo Stato inglese e frutto di accordi fiscali

Photogallery9 foto

Visualizza

Anche i musei regionali ne hanno beneficiato. Quest'anno due terzi degli stanziamenti sono stati indirizzati alle istituzioni al di fuori di Londra, tra cui una serie di quadri di Leonard Rosoman alla Pallant House Gallery di Chichester, con un credito fiscale di 96.600 sterline. I cinque quadri fanno parte della serie di 40 dipinti e opere su carta che Rosoman ha realizzato nel 1967-68 sulla base dell'opera teatrale di John Osborne del 1965, «A Patriot for Me», molto controversa ai quei tempi e alla quale era stata negata la rappresentazione per via dei temi trattati sull'omosessualità. Un gruppo di 32 incisioni su legno dell'artista costruttivista russo Naum Gabo (1890-1977) risalenti al 1950 e fino ai primi anni Settanta, alcuni con dediche personali dell'artista alla figlia Nina, altre con aggiunte a mano a pastello e a olio, sono stati assegnati alla collezione permanente della Scottish National Gallery of Modern Art (20 stampe), quattro stampe a The Pier Arts Centre di Orkney, altre quattro stampe al Fitzwilliam Museum , altre tre stampe a The Hepworth Wakefield e una stampa al Kettle's Yard di Cambridge, secondo la volontà dei donatori.

LE DONAZIONI
Loading...

Gli ultimi dieci anni

Secondo il rapporto annuale dell'organizzazione britannica nel 2019, il comitato ha collocato nelle collezioni pubbliche dei musei, che non sostengono alcun costo di acquisizione, 46 oggetti per un valore totale di 58,6 milioni di sterline. Gli accordi fiscali relativi a queste opere sono stati pari a 33,6 milioni di sterline. Dal 2010, l'Arts Council ha potuto contare su un totale di 423 milioni di sterline di opere d'arte assegnate ai musei attraverso il programma governativo per un ammontare pari 264,1 milioni di sterline relativi ai crediti di imposta. Durante l'iter, un comitato di esperti commissionato dall' Arts Council England determina il valore di mercato dell'oggetto, che non viene reso pubblico, con percentuali di liquidazione fiscale che variano a seconda dei singoli casi. Il consiglio poi procede nel scegliere l'istituzione pubblica più adeguata a ricevere l'oggetto. Per esempio il raro manoscritto illustrato di Paul Gauguin del 1903 è stato donato al Courtauld Institute di Londra e, a consigliare il proprietario, erede del produttore tessile tedesco Erich Goeritz, è stato il dipartimento di Sotheby's Tax, Heritage and U.K. Museums di Londra. Tra gli altri doni nell'ambito del regime fiscale Acceptance in Lieu (AIL) nel 2019/20 vi è un'opera su larga scala in pastello di Jean-Étienne Liotard, «The Lavergne Family Breakfast», che colma una lacuna nel patrimonio del Regno Unito (valore “fiscale” 8,76 milioni di sterline). L'opera proviene dalla collezione di George Pinto che lo ha acquisito nel 1918 e approderà nella collezione della National Gallery .

Criteri di selezione

I criteri utilizzati per valutare gli oggetti offerti in entrambi gli schemi considerano se l'oggetto è di particolare interesse artistico o storico-artistico e di particolare importanza per lo studio di un periodo particolare dell'arte, per l'apprendimento o la storia e infine se ha un legame con un particolare contesto storico.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti