al leader della lega in tutto oltre 2 mln di voti

Record di Salvini in Lombardia, Calenda e Pisapia i più votati nel Pd

di Andrea Gagliardi


Europee: boom di preferenze per Salvini. Poi Berlusconi, Meloni e Calenda

3' di lettura

Con oltre 693 mila voti (507 mila in Lombardia), per il segretario della Lega Matteo Salvini è record di preferenze. Lo ha totalizzato nella circoscrizione Nord Ovest, seguito con oltre 266mila voti dall’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia capolista il Pd. Solo terzo Silvio Berlusconi, che guidando la lista di Forza Italia ha ottenuto oltre 187 mila consensi. Ma Salvini, pur non mirando a un seggio a Strasburgo (resterà al Viminale), si è presentato capolista ovunque. E ha fatto bene anche nel Nord-Ovest (550mila voti), al Centro (468mila), al Sud (354mila) e nelle Isole (239mila). In tutto, al leader della Lega sono andati oltre 2,3 milioni di voti.

GUARDA IL VIDEO - Europee: boom di preferenze per Salvini. Poi Berlusconi, Meloni e Calenda

PER APPROFONDIRE - TUTTI I RISULTATI DELLE EUROPEE

GUARDA IL VIDEO - Europee, il trionfo di Salvini fra crocifissi, tapiri e foto di Putin

GUARDA IL VIDEO - Elezioni europee: la Lega è prima a Riace e Lampedusa

Calenda più votato nel Pd
Nel Pd a prendere più voti (275mila) è stato l’ex ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda, capolista nel Nord-Est (secondo più votato in Italia dopo Salvini). Seguito dall’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia (267mila), capolista nel Nord-Ovest, dove sono stati eletti anche Irene Tinagli (105 mila) e l’assessore alle Politiche sociali del Comune di Milano Pierfrancesco Majorino (oltre 93 mila preferenze). Al Centro i più votati (148mila preferenze) sono stati l’eurodeputata uscente Simona Bonafè (renziana), il medico di Lampedusa Pietro Bartolo (114mila) e David Sassoli (110mila). Resta fuori l’eurodeputato uscente Roberto Gualtieri (quinto con 54mila voti). Al Sud è stato boom per Franco Roberti (assessore alla Legalità della Regione Campania, è l’ex procuratore nazionale antimafia) con oltre 148mila consensi in tutta la circoscrizione. Risulta eletto, per la prima volta al Parlamento europeo, con Giosi Ferrandino e Andrea Cozzolino del Pd, per i quali arriverebbe la riconferma. Eletto nelle Isole il medico dei migranti Pietro Bartolo, primo con 135mila voti. Dovrebbe farcela anche il magistrato Caterina Chinnici con 112mila.

Exploit per l’ex Iena Dino Giarruso (M5s)
Primo partito a Napoli e in tutta la Campania, il Movimento 5 stelle vede l’elezione della capolista Chiara Maria Gemma (86mila voti) e la conferma di Laura Ferrara (78mila) e Piernicola Pedicini (58mila). Mentre nelle Isole è exploit per l’ex Iena Dino Giarruso (117mila) e per l’europarlamentare uscente Ignazio Corrao (115mila). Confermato al centro anche l’altro eurodeputato Fabio Massimo Castaldo (37mila voti).

In Forza Italia Silvio Berlusconi, capolista in tutte le circoscrizioni tranne che al Centro, fa il pieno nel Nord Ovest e nel Sud (con 187mila voti in entrambe). Mentre resta più indietro nel Nord Est (95mila) e nelle Isole (90mila), per un totale di 560mila voti. Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo e capolista al Centro, porta a casa circa 59mila preferenze. Alessandra Mussolini non va oltre le 15mila preferenze al centro.

In Fratelli d’Italia va sottolineato l’ottimo risultato persionale di Giorgia Meloni, che nella circoscrizione Sud ha realizzato il suo massimo con 128mila voti, seguita da Raffaele Fitto (87mila). Solo quinto con 21mila voti (e non eletto) il pronipote del Duce, Caio Giulio Cesare. La leader di Fdi (capolista ovunque, come Salvini) ha incassato anche 92mila le preferenze nel Nord Ovest, 111mila nel Centro, 75mila nel Nord Est e 63mila nelle Isole: in totale 470 mila preferenze.

.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti