CONFRONTO NELLA MAGGIORANZA

Recovery plan, Italia viva: sui contenuti non ci siamo, ci separa un abisso

Incontro di quattro ore con i ministri Gualtieri e Amendola. Il partito di Renzi: «Non saremo complici di un piano senza ambizione per il futuro del Paese»

Renzi: Recovery plan di Conte è senz'anima, è raffazzonato

Incontro di quattro ore con i ministri Gualtieri e Amendola. Il partito di Renzi: «Non saremo complici di un piano senza ambizione per il futuro del Paese»


2' di lettura

Non sembra destinata a ricomporsi facilmente la frattura dentro la maggioranza tra Italia viva e il premier Giuseppe Conte. Se per l’incontro dei ministri Roberto Gualtieri ed Enzo Amendola con la delegazione del partito di Matteo Renzi sul Recovery fund fonti del governo parlano di clima positivo riconoscendo che tuttavia restano nodi, da parte di Iv si usano toni quasi ultimativi: «Sui contenuti non ci siamo, ci separa un abisso».

L’incontro al ministero dell’Economia è durato quattro ore nel corso delle quali è stato affrontata, punto per punto, la bozza del Recovery fund. «Un confronto serrato e non risolutivo» fanno sapere da Italia viva che sottolinea come «sui contenuti non ci siamo, ci separa un abisso». Punti cruciali per Iv sono il Mes, le infrastrutture, la giustizia, la Pubblica amministrazione, il 5G, il no alla fondazione Cybersecurity che, tolta dalla manovra, rispunta nascosta nel Recovery. «Quello che poteva essere fatto già dal 22 luglio, quando abbiamo chiesto di iniziare a discutere il Recovery plan, lo stiamo facendo adesso, e di corsa purtroppo. Ci separa un abisso nel metodo e sui contenuti: non saremo complici di un piano senza ambizione per il futuro del Paese».

Loading...

Nodi politici a Palazzo Chigi

Sulle proposte, secondo quanto riferito da fonti di governo, ci si sarebbe lasciati con l’intenzione di proseguire il confronto e lo scambio di osservazioni, anche alla luce della nuova bozza di Recovery plan, che recepirebbe già alcune osservazioni. I nodi più politici dovrebbero invece essere affrontati a un tavolo, probabilmente a Palazzo Chigi, con tutti i partiti della maggioranza.

I 62 appunti di Italia viva

Sono 62 le “critiche e considerazioni” sul recovery plan che Italia viva ha elencato nel documento inviato al ministro dell'Economia. In tema di governace, «noi non pensiamo che si possa fare a meno di unità di missione e di commissari» è scritto nel documento, ma «pensiamo che sia stato un clamoroso errore partire dalla Governance senza avere una visione chiara: è burocratismo creare missioni senza aver chiarito prima che cosa si vuol fare. Alla luce della visione complessiva siamo pronti a discutere di chi debba fare cosa, come e quando. Ci pare assurda la pretesa di una unità di missione alla Rgs e ci pare assurda la pretesa di varie unità di missione proposte dal ministero della giustizia».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti