rinviato il consiglio dei ministri

Recovery plan: dalla rivoluzione verde alla mobilità, alle famiglie, ecco le misure del piano da 196 miliardi

Un primo giro di tavolo nel corso del Consiglio dei ministri del 7 dicembre, fra tensioni e veti sulla governance del Recovery plan, interrotto dalla notizia della positività della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese

Pronte regole Recovery, 60 progetti sul tavolo

4' di lettura

Dalla mobilità alle famiglie, dall’energia al taglio dei tempi dei processi, ecco i capitoli della bozza di Recovery plan, il piano di ripresa e resilienza da 196 miliardi, di cui 123 destinati alla transizione verde e digitale. Ci sono 48,7 miliardi per la digitalizzazione, l’innovazione, la competitività e la cultura, 7,3 miliardi per la transizione ecologica ed energerica, 27,7 miliardi per le infratrutture legate a una mobilità più sostenibile. Poi 19,2 miliardi per l’istruzione e la ricerca, 17,1 per parità di genere, coesione sociale e territoriale e 9 per la salute. Sei le priorità del pano: ricoluzione verde, digitalizzazione, infrastrutture, istruzione e ricerca, inclusione sociale, salute. I dettagli sono contenuti nella bozza del Piano nazionale che dovrà dare attuazione, nel nostro Paese, al programma Next Generation Eu, varato dall’Unione europea per integrare il Quadro finanziario pluriennale 2021-2027 alla luce delle conseguenze economiche e sociali della pandemia da nuovo coronavirus

Nuovo Cdm rinviato

Un primo giro di tavolo nel corso del Consiglio dei ministri del 7 dicembre, fra tensioni e veti sulla governance del Recovery plan, interrotto dalla notizia della positività della ministra dell’Interno Luciana Lamorgese. Poi il Cdm per licenziare l resto del Recovery plan da trasmettere alle Camere e a Bruxelles è stato aggiornato al pomeriggio del 9 dicembre e poi rinviato perché la preparazione del testo richiede tempi tecnici più lunghi.

Loading...

MOBILITÀ
Piano infrastrutture da 23 miliardi

La nuova rete Av
Nel piano per le infrastrutture entrano anche grandi opere già in corso come la Napoli-Bari, la Brescia-Padova, il Terzo Valico con l'obiettivo di velocizzare il completamento della Rete Av. Sul piatto 23,6 miliardi, ai quali si sommano 4,1 miliardi per intermodalità e logistica integrata

SANITÀ
Più cure a casa e digitalizzazione

Pronti 9 miliardi
Ci sono 9 miliardi riservati alla salute: 4,8 miliardi per le cure di prossimità (a casa e sul territorio) e per la temedicina. E altri 4,2 miliardi per innovazione e digitalizzazione

TAX EXPENDITURES
Meno spese fiscali e taglio sull'ambiente

Restyling per garantire equità
Riordino delle spese fiscali e della tassazione ambientale per completare il disegno di riforma dell'rpef con benefici in termini di efficienza, equità e trasparenza.

FALLIMENTI
Crisi d'impresa, le norme in un Dl

Anticipate alcune disposizioni
Si è predisposto lo schema di un decreto legge con cui vengono anticipate alcune disposizioni agevolative dell'utilizzo di strumenti di risoluzione della crisi alternativi al fallimento

GIUSTIZIA TRIBUTARIA
Rinforzi per smaltire le liti in Cassazione

50 magistrati ausiliari
Per abbattere l'arretrato «endemico» della sezione tributaria della Cassazione, si prevede l'arrivo di 50 magistrati onorari ausiliari, in via temporanea e contingente.

DELEGA FISCALE
Per il nuovo fisco si parte dai ceti medi

Tasse ridotte in linea con Pnr
Il Governo non si discosta dal Pnr e nella parte introduttiva ricorda come uno degli obiettivi della prossima riforma fiscale sarà il taglio delle tasse per i redditi medi tra 40 e 60mila euro.

SISTEMA NAZIONALE
Certificazione della parità di genere

Norme ad hoc e incentivi
Prevista una riforma per l'istituzione di un “Sistema nazionale di certificazione sulla parità di genere”, con norme per l'attestazione della parità di genere e incentivi per le imprese. Per la parità di genere ci sono 4,2 miliardi, 3,2 miliardi sono per i giovani e le politiche del lavoro. Ci sono poi 5,9 miliardi per il capitolo vulnerabilità, inclusione sociale, sport e terzo settore e 3,8 per interventi speciali di coesione territoriale

ITS E DISCIPLINE STEM
Più risorse alla filiera tecnico-scientifica

Discipline legate al 4.0
Il governo conferma l'attenzione agli Its: si apre a un loro robusto rilancio anche con nuove risorse. Più in generale si scommette sulle discipline tecnicoscientifiche legate al 4.0. Per il potenzimento della didattica e del diritto allo studio ci sono 10,1 miliardi

ENERGIA E IMPRESA VERDE
Impianti rinnovabili e per l'idrogeno

Elettrolizzatori da finanziare
Nel piano iter rapidi per nuovi progetti greenfield rinnovabili e investimenti per la produzione di idrogeno in siti brownfield e da elettrolisi, e progetti R&S per applicazioni di idrogeno a usi finali. Ci sono 18,5 miliardi per transizione energetica e mobilità locale sostenibile, 40,1 per efficienza energetica e riqualificazione degli edifici, 9,4 miliardi per la tutela e la valorizzazione del territorio e della risorsa idrica e 6,3 per impresa verde e l’economia circolare, 9,1 per la ricerca all’impresa

DIGITALE
Un cloud nazionale per i dati della Pa

Sinergia con Gaia-X
Nell'ambito dei 10,1 miliardi per digitalizzazione, innovazione e sicurezza della Pa si prevede un cloud nazionale in sinergia con il progetto europeo GAIA-X promosso da Germania e Francia. Ci sono poi 35,5 miliardi per innovazione, competitività, digitalizzazione 4.0 e internazionalizzazione. E 3,1 miliardi per cultura e turismo

FAMIGLIE
Piano per rafforzare gli asili nido

Strutture eco-compatibili
Per conciliare vita-lavoro, il governo punta a rafforzare servizi per l'infanzia e asili nido, anche attraverso la realizzazione di strutture ecocompatibili e durature nel tempo

ORDINAMENTO GIUDIZIARIO
Processi civili, taglio dei tempi fino al 40%

Giustizia civile e penale
Obiettivo è tagliare i tempi dei processi: fra il 30% e il 40% nei tribunali civili (39%-49% in appello), e dal 16% al 26% nei tribunali penali (42%-52% in appello)

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti