ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùRoma

Recupero delle risorse non spese e privati coinvolti nelle luminarie

di Andrea Marini

 Al via il progetto per monitorare i consumi degli immobili comunali

2' di lettura

Recupero di parte (40 milioni) delle risorse non spese da municipi e dipartimenti. Riduzione del 7% dei consumi energetici (15 milioni), a partire dal funzionamento dei termosifoni. Avvio del progetto Platoon, che da fine 2022 porterà al monitoraggio digitale dei 9mila contatori degli edifici comunali, con interventi di riqualificazione energetica. E una richiesta di «assunzione di responsabilità» da parte del governo nazionale: in una intervista al Tempo di inizio ottobre il sindaco aveva chiesto al governo «almeno 40 milioni per gli extracosti energetici quest’anno e 80 per il prossimo». Sono questi gli interventi del comune di Roma guidato dal sindaco Roberto Gualtieri per far fronte al caro bollette energetiche, che per il 2022 potrebbe portare a quasi 100 milioni di extracosti (anche se il calo degli ultimi mesi potrebbe ridurre a consuntivo questa cifra di circa 10 milioni).

Campidoglio. Il sindaco di Roma Roberto Gualtieri

Non ci saranno tuttavia tagli all’illuminazione pubblica, né una adozione più spinta dello smart working. In quest’ultimo caso c’è la priorità di non causare buchi nei servizi a cittadini e imprese. Per l’illuminazione, nei mesi scorsi era stato chiesto un report ad Acea (multiutility di acqua ed energia al 51% del Comune) che però ha evidenziato un impatto ridotto della illuminazione sui consumi. Poi i casi di cronaca di violenze sessuali e aggressioni hanno portato l’amministrazione a escludere ogni ipotesi di «spegnere la città». C’è infine un problema di immagine: Roma è in gara per la candidatura all’Expo 2030 e non può dare l’impressione di una città che si spegne. A Natale, tuttavia, saranno gli sponsor privati a farsi carico delle luminarie. Come nel caso di Acea, che illuminerà via del Corso e l’albero di Piazza Venezia con pannelli fotovoltaici e il surplus di energia sarà donato in beneficenza.

Loading...

Intanto nei giorni scorsi è stata inviata una lettera a tutti i municipi e i dipartimenti di spesa del comune: bisogna recuperare 40 milioni dalle risorse non spese entro fine 2022 per coprire parte del caro bollette. Le amministrazioni sono state invitate a dare loro indicazioni su dove intervenite. Poi a fine 2022 dovrebbe entrare a regime il progetto Platoon, una piattaforma digitale per il controllo degli impianti di riscaldamento e dei contatori elettrici del patrimonio pubblico. «Platoon – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici e Infrastrutture di Roma Capitale, Ornella Segnalini – realizza un sistema di monitoraggio integrato delle oltre 6.500 utenze elettriche e oltre 2.500 contabilizzatori termici. Già in fase di gestione del progetto pilota il Comune è riuscito a risparmiare il 5%: attraverso il monitoraggio dei picchi dei consumi il sistema è fatto per sanare dispersioni. Il risparmio in quest’anno è stimabile in 1 milione di euro. Oltre a misurare l’efficienza degli impianti esistenti - conclude - la piattaforma permette di simulare scenari di autoconsumo. Abbiamo utilizzato i dati di Platoon per ridurre il più possibile i consumi e anche per individuare le scuole più energivore sulle quali intervenire con le risorse del CIS (Contratto Istituzionale di sviluppo, 400 milioni)».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti