0/0Politica

Reddito di cittadinanza

default onloading pic
(Fotolia)

15-17 miliardi

M5S
Il reddito di cittadinanza è il cavallo di battaglia dei cinque stelle. Tanto da aver proposto a più riprese alla Camera il voto su un progetto di legge ufficialmente depositato nei due rami del Parlamento. Il costo della loro proposta oscilla tra i 14 e i 15 miliardi di euro. La copertura dovrebbe essere assicurata dal taglio delle agevolazioni fiscali, dall’aumento delle tasse su banche e assicurazioni e da una riduzione delle spese

FORZA ITALIA
L’ultima proposta arrivata dal Cavaliere per il sostegno alla povertà è l’introduzione del «Reddito di Dignità». Una sorta di imposta negativa già avanzata in passato dagli economisti Milton Friedman e James Tobin e riservata ai cittadini a basso reddito. In sostanza chi è sotto una certa soglia di reddito non solo non dovrà pagare le tasse, ma riceverà una somma necessaria per arrivare ai livelli di dignità indicati dall’Istat, almeno secondo quanto ha affermato in questi ultimi giorni Silvio Berlusconi. Si tratta di una somma che, negli auspici del Cavaliere potrebbe essere di 1.000 euro al mese, da aumentare di un tanto per ciascun figlio a carico e con possibili variazioni legate alla città in cui si vive. La proposta di Forza Italia non sembra, poi, essere troppo distante dal cavallo di battaglia dei pentastellati. Il costo dell’operazione per dare dignità ai poveri, secondo le stime apparse su altri organi di informazione, sarebbe vicino ai 17 miliardi di euro

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti