ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùpolitiche del lavoro

Reddito di cittadinanza, si sblocca l’assunzione di 471 navigator campani

Una delibera della Giunta regionale sancisce l’accordo con Anpal servizi che nei prossimi giorni provvederà ad assumere i vincitori della selezione con un rapporto di collaborazione fino al 30 aprile 2021, per un compenso di 28mila euro lordi annui

di Giorgio Pogliotti


Scontro Di Maio-De Luca sui navigator, contestazione a Roma

2' di lettura

Dopo mesi di “stop and go” dovuto ad un braccio di ferro ingaggiato tra il governatore Vincenzo De Luca e l’Anpal, si sblocca definitivamente l’assunzione dei 471 navigator campani: saranno contrattualizzati dalla prossima settimana. Come gli altri 2.509 navigator operativi a partire dalla metà di luglio nelle restanti regioni, avranno un rapporto di collaborazione fino al 30 aprile 2021, per un compenso di circa 28mila euro lordi annui.

Nei prossimi giorni la firma dei contratti di collaborazione
Con la delibera approvata dalla Giunta regionale si è sancito l’accordo tra Anpal servizi e Regione Campania, già sottoscritto il 17 ottobre, ma rimasto finora lettera morta per dissidi interpretativi.
I navigator che hanno vinto la selezione saranno impiegati nelle attività di assistenza tecnica a supporto dei dipendenti regionali dei centri per l’impiego nella gestione delle politiche attive del lavoro destinate ai percettori del reddito di cittadinanza.«La situazione dei navigator della Campania si è sbloccata - ha annunciato il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo - quindi Anpal nei prossimi giorni provvederà alla contrattualizzazione».

Situazione sbloccata dopo un lungo impasse
Da settimane si era in una situazione di impasse, perchè Anpal servizi attendeva che venissero definite le modalità di assistenza tecnica dei navigator con la firma della “convenzione” con la Regione Campania. Che però riteneva non fosse necessario questo atto per l’utilizzo di personale selezionato e convenzionato da Anpal Servizi in assoluta autonomia.
Per sbloccare la vicenda che rischiava di protrarsi all’infinito, le parti hanno deciso di affidarsi ad una delibera di Giunta. «Siamo lieti che la Regione con senso di responsabilità abbia superato le resistenze tecniche e faccia partire anche in Campania la fase 2 del reddito», ha commentato il presidente dell’Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro, Mimmo Parisi.

Previste 650 assunzioni stabili nei centri per l’impiego campani
Sullo sfondo restano le diverse strategie di contrasto al precariato. La Campania ha circa 20mila precari, e la giunta De Luca ha avviato un «Piano per il lavoro» per assegnare un lavoro stabile a circa 10mila persone. Parte di questo piano sono il bando per 650 nuove assunzioni stabili nei Centri per l’impiego e il concorsone per i primi 3mila giovani da mandare a lavorare nei Comuni campani.

Per approfondire
Reddito di cittadinanza: 900.283 domande accolte

Navigator al via: molta formazione, pochi contatti con i disoccupati

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...