emergenza abitativa

Redo Milano, nel 2020 in arrivo 615 case in housing sociale

di E.Sg.

3' di lettura

Altri 615 appartamenti si aggiungeranno dai primi mesi del 2020 all’offerta di social housing a Milano. Prende infatti vita uno degli insediamenti più grandi d’Italia, che si va ad affiancare a realtà già affermate del capoluogo lombardo come Cascina Merlata, Borgo sostenibile di Figino e Cenni di Cambiamento.
Si tratta di Redo Milano, un progetto da oltre 70 milioni di euro che contribuirà al processo di riqualificazione del quartiere Rogoredo Santa Giulia, che è stato presentato questa mattina a Milano in Fondazione Cariplo.

L’offerta dei 615 alloggi si suddivide in soluzioni di diverse dimensioni e tipologie, dai monolocali ai quadrilocali, offerti in locazione e vendita convenzionata. Più nel dettaglio, 404 appartamenti sono offerti in affitto a canone convenzionato, dai 350 euro del monolocale più piccolo agli 880 del quadrilocale più ampio disponibile; di questi 68, grazie al contributo di Comune di Milano e Regione Lombardia, saranno destinati a categorie particolarmente bisognose e offerti a canone sociale. La vendita convenzionata riguarda 211 appartamenti da 2.195 euro/mq (oltre oneri e Iva di legge).

Oggi si apre l’avviso per l’assegnazione di 148 appartamenti in locazione: le modalità di partecipazione e i requisiti sono sul sito www.redomilano.it.

«L’introduzione dei principi del social housing, che attribuisce un ruolo centrale alle persone, alle famiglie e alle loro esigenze di socialità – si legge in una nota –‐ troverà applicazione in un progetto aperto al quartiere che, all’evidente qualità architettonica dell'intervento urbanistico, affiancherà infrastrutture tecnologiche d’avanguardia». Grazie a un accordo con il comune di Milano,il quartiere avrà anche a disposizione, una nuova scuola media pubblica, operativa già per il prossimo anno scolastico. Oltre a 1.600 mq dedicati a servizi e negozi aperti al quartiere; un supermercato; 10.500 mq per spazi verdi di cui 7.500 mq aperti al quartiere e 3mila mq a uso privato. E ancora: orti urbani, aree gioco, piste ciclabili.

Il progetto Redo Milano «si sviluppa lungo un viale su cui si affaccia un articolato sistema di corti aperte e permeabili. La via centrale si chiude in una grande piazza posta a nord, dove si concentrano i servizi commerciali e i servizi utili alla vita quotidiana. Sei studi di architettura, sette società di ingegneria e altri partner tecnologici hanno contribuito alla realizzazione del progetto garantendo qualità nel concept e infrastrutture tecnologiche d’avanguardia. L’organizzazione degli spazi pubblici e del verde uniti a una nuova concezione dei servizi a supporto dell’abitare e alle dotazioni tecnologiche a servizio delle persone rendono il nuovo quartiere un vero e proprio smart district».

«La realizzazione di un progetto così innovativo e di così ampia portata non può prescindere dalla rinnovata collaborazione strategica con Fondazione Housing Sociale come advisor tecnico‐sociale. Sono stati anche coinvolti Planet Idea come advisor per le infrastrutture tecnologiche e il gruppo a2a come partner energetico e tecnologico.»

Il progetto è realizzato dal Fondo Immobiliare di Lombardia, primo fondo etico per l’housing sociale, promosso da Fondazione Cariplo e Regione Lombardia, su aree che il Comune di Milano – partner dell’operazione‐ ha messo a disposizione in diritto di superficie.Il fondo, gestito da InvestiRE Sgr gruppo Banca Finnat, annovera tra i propri quotisti importanti istituzioni come il Fondo Investimenti per l’Abitare gestito da Cdp Investimenti Sgr e sottoscritto da Cassa depositi e prestiti per 1 miliardo di euro, le stesse Fondazione Cariplo e Regione Lombardia, Intesa Sanpaolo, Cdp, Unicredit, Cassa Italiana Previdenza e Assistenza Geometri, Generali, Banco BPM, Aler Milano, Tim.

Alla presentazione hanno partecipato Giuseppe Guzzetti, presidente della fondazione Cariplo, Giuseppe Sala, sindaco di Milano, Stefano Bolognini, assessore di Regione Lombardia alle politiche sociali, abitative e disabilità, e Renato Saccone, prefetto di Milano. Al tavolo dei relatori anche Fabrizio
Palermo, Aa e direttore generale di Cassa depositi e prestiti, e Fabio Carlozzo, managing director di InvestiRE Sgr.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti