ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùCollaborazione anticrisi

Reggio Emilia, caro-bollette: la Provincia e le scuole al lavoro insieme

Il Presidente Zanni: «La tutela dei servizi ai ragazzi rimane la priorità: insieme agli istituti ottimizziamo la gestione delle nostre strutture»

di Redazione Scuola

2' di lettura

Si è tenuto stamattina l'incontro tra la Provincia, ufficio scolastico provinciale e tutti i
dirigenti scolastici degli istituti superiori del territorio. Alla presenza del presidente
Giorgio Zanni e di Elena Carletti, neo vicepresidente con delega alla Scuola, si è
discusso del piano di azione per affrontare congiuntamente l'attuale drammatica
situazione del caro-bollette. «Siamo di fronte a costi di gas ed energia ormai insostenibili per famiglie, imprese e anche per le pubbliche amministrazioni. Operare insieme è fondamentale per cercare di costruire il percorso migliore per affrontare insieme i prossimi mesi che si prospettano molto complessi rispetto alla gestione di questi vertiginosi rincari», ha dichiarato Zanni. «Insieme ai tecnici della Provincia e ai dirigenti scolastici stiamo studiando ogni possibile azione per ottimizzare la gestione calore di tutti gli edifici, studiandone orari, impianti ed esigenze plesso per plesso, tenendo in considerazione ogni peculiarità e caratteristica di ogni scuola e condividendo insieme ogni decisione. Ma sia chiaro, l'obiettivo inamovibile in queste decisioni è l'incomprimibilità della qualità del servizio educativo erogato ai ragazzi. Su questo non si discute».

Le cifre

Alcune cifre: per il riscaldamento delle scuole superiori, la Provincia nel 2021 ha speso circa 1milione 900mila euro. A oggi per il 2022 la cifra è lievitata a circa 3milioni 300mila, dato che potrebbe arrivare fino a 4milioni nel 2023 con il perdurare dell'attuale livello dei costi energetici. Gli aiuti dello Stato arrivati ad oggi agli enti locali coprono poco più del 10% circa dei soli aumenti registrati. «Lo ripetiamo ormai da mesi, c'è bisogno di un intervento veloce e risolutivo da partedello Stato e dell'Europa. Come per famiglie ed imprese, anche le pubblicheamministrazioni sono ormai in drammatica difficoltà. In queste ultime settimane iconsigli comunali e provinciali di tutta Italia si stanno riunendo per operare cospicue variazioni di bilancio dedicate quasi esclusivamente a reperire risorse che possanofar fronte a questi vertiginosi rincari delle utenze», continuano Zanni e Carletti. «Ringraziamo l'ufficio scolastico provinciale e i dirigenti scolastici per la preziosa disponibilità di lavorare insieme per l'ottimizzazione e la lotta ad ogni eventuale spreco. È un segnale importante e faremo quindi insieme la nostra parte, consapevoli però del fatto che ogni nostro contributo, necessario e prezioso, non potrà mai essere risolutivo senza un intervento netto e deciso da parte dello Stato e dell'Europa»

Loading...

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati