ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAssemblea Confindustria

Reggio Emilia fa quadrato attorno al polo dell’innovazione digitale

Storchi, Unindustria: nel Parco dell’innovazione il futuro della manifattura locale - Progetto “Virtus Lab” per attrarre 3mila giovani da tutta Italia

di Ilaria Vesentini

3' di lettura

C’è un tessuto produttivo che ha ripreso a correre ben oltre la media del Paese, a fare da cornice all’assemblea 2021 di Unindustria Reggio Emilia, tornata in presenza, dopo due anni di lotta contro il Covid, in un luogo simbolo: il Dal-Digital automation lab, laboratorio esperienziale della manifattura avanzata, dove le imprese del territorio potranno sperimentare tutte le nuove soluzioni hi-tech 4.0 e trasformare in crescita duratura la fiammata di questi mesi. A testimoniare la ripresa sono i 6 miliardi di euro di export realizzati nel primo semestre 2021 dalle imprese della provincia, più di quanto fatto nello stesso periodo pre-Covid del 2019, la previsione di nuove assunzioni in una azienda su tre, il boom di produzione, nel settore traino della metalmeccanica in particolare (+55,8% nel secondo trimestre).

L’intervento di Fabio Storchi

A raccontare la strategicità del nuovo laboratorio, inaugurato al termine delle assise, è l’intervento di Fabio Storchi, presidente dei quasi mille industriali reggiani associati a Confindustria, dedicato a «La città del digitale». «Oggi il punto non è se il rimbalzo è in atto – sottolinea Storchi – ma come assicurarci tassi di crescita sostenuti e duraturi dal 2022 in avanti, cogliendo le opportunità del Pnrr anche per mobilitare investimenti privati. Il Digital Automation Lab è parte integrante del Polo di eccellenza digitale che va prendendo forma nel Parco Innovazione, nelle ex Officine Reggiane (emblema del successo meccanico locale nel Novecento, ndr) all’interno del quale troverà spazio anche il Quarto polo universitario reggiano con i nuovi insegnamenti digitali di Unimore.

Loading...

Il Campus industriale

Appartiene a pieno titolo a questa nuova realtà anche il contenuto immateriale che porta con sé il nuovo campus industriale di Silk-Faw (la joint venture sino-americana per la produzione di super car elettriche, un investimento da 1 miliardo, ndr) la cui presenza a Gavassa radicherà nel nostro territorio non solo competenze di frontiera, legate alla trazione elettrica e alla mobilità sostenibile, ma anche una nuova rete di relazioni estesa al mondo». Il primo asset da rispolverare, rimarca Storchi, è la capacità di sognare e di «fare insieme» della comunità reggiana, che ha permesso 20 anni fa di immaginare gli archi di Calatrava e poi realizzarli, così come la stazione Mediopadana.

Attirare i nativi digitali

Per riportare la fabbrica al centro di una comunità sostenibile e coesa Unindustria punta ora ad attrarre giovani talenti digitali da tutta Italia con il progetto Virtus Lab: obiettivo portare 3mila ragazzi di territori nazionali meno fortunati a costruirsi un futuro a Reggio Emilia nei prossimi tre anni. Il fil rouge della tavola rotonda con il sindaco Luca Vecchi, il rettore Carlo Adolfo Porro, il commissario della Camera di commercio Stefano Landi è la capacità del territorio di marciare nella stessa direzione, che ha permesso nel giro di pochi anni di portare da 6mila a 13mila gli studenti universitari iscritti in città, di inaugurare la stazione Mediopadana, il Mapei Stadium e ora di costruire un raccordo autostradale da 200 milioni di euro e dare forma a un Parco dell’innovazione nei 250mila mq di Officine meccaniche abbandonate. La Regione Emilia-Romagna sta facendo la sua parte, e l'assessore a Sviluppo economico, formazione e lavoro Vincenzo Colla ha colto l’occasione dell’assemblea reggiana per annunciare un investimento senza precedenti da 100 milioni di euro sulla filiera formativa della via Emilia.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti