VERSO IL 26 GENNAIO

Regionali in Emilia-Romagna: Salvini-Sardine, scontro tra piazze a Bibbiano

La cittadina reggiana simbolo dell’inchiesta “Angeli e Demoni” per un giorno s’è divisa a metà, con due piazze intente ad affrontare le imminenti elezioni su obiettivi opposti

di Andrea Marini

Campagna elettorale a Bibbiano, i cittadini: stanchi di insulti

La cittadina reggiana simbolo dell’inchiesta “Angeli e Demoni” per un giorno s’è divisa a metà, con due piazze intente ad affrontare le imminenti elezioni su obiettivi opposti


2' di lettura

A poche ore dall’apertura delle urne per le regionali in Emilia Romagna, è scontro tra piazze a Bibbiano, simbolo dell'inchiesta sugli affidi. Da una parte la Lega, dall’altra il movimento delle Sardine. Matteo Salvini in piazza della Repubblica a sostenere la candidata leghista Lucia Borgonzoni, insieme alla mamma di Tommy, il piccolo rapito e ucciso nel 2006. A pochi metri, in piazza Libero Grassi, la contromanifestazione delle sardine. Le forze dell'ordine hanno messo in campo oltre 200 uomini, ma alla fine non c’è stato alcun incidente.

La cittadina reggiana simbolo dell’inchiesta “Angeli e Demoni” per un giorno s’è divisa a metà, con due piazze intente ad affrontare le imminenti elezioni su obiettivi opposti. Secondo stime non ufficiali, le sardine hanno raccolto oltre 3000 persone, contro il migliaio dell’ex ministro dell’Interno.

VIDEO - Campagna elettorale a Bibbiano, i cittadini: stanchi di insulti

Salvini: portare a casa i bambini allontanati
Il leader della Lega Matteo Salvini ha presentato alla piazza la mamma di Tommy. Poi ha detto: «Ci sono oltre 26mila bimbi lontani, spesso per motivi giustificati. Dobbiamo rivedere la legge sull'affido condiviso. Viva Bibbiano e sappiate che sono pronto a dare la vita per riportare a casa questi bambini». Il leader del Carroccio ha poi commentato la piazza delle Sardine: «Mi è spiaciuto che stasera a Bibbiano, dove tutti avrebbero dovuto unirsi, che le Sardine fossero in un'altra Piazza a fare casino. Non gli rende onore, sulla difesa dei bambini dovremmo essere tutti uniti». Lucia Borgonzoni, la candidata del centrodestra alle Regionali in Emilia Romagna ha chiesto una « commissione d’inchiesta » sulla vicenda Bibbiano.

Sardine: noi sette volte più della Lega
«Il nostro risultato l’abbiamo già portato a casa e lo vedete voi stessi. Di là ci sono famiglie e una piazza strumentalizzata e ci chiediamo: perché siamo sette volte più di voi, se doveva essere una piazza di tutti?». Così il leader della Sardine Mattia Santori dalla piazza di Bibbiano, a pochi metri dalla manifestazione della Lega dove sono stati stimati un migliaio di persone. I manifestanti della piazza delle Sardine hanno cantato “bella ciao”. Santori ha poi definito la piazza della lega «costruita e comprata».

La manifestazione delle Sardine in piazza Libero Grassi a Bibbiano (Re). 23 Gennaio 2020. ANSA / SERENA CAMPANINI

Bonaccini: chi sbaglia paga, ma rispettare la comunità di Bibbiano
«Eravamo scomparsi, colpa nostra, dalle piazze e dai luoghi di lavoro. Ce l'hanno insegnato anche le Sardine: oggi a Bibbiano erano quattro volte la Lega», ha detto Stefano Bonaccini, nel suo discorso a Bologna davanti a circa 1.500 persone. «Se qualcuno ha sbagliato paghi fino in fondo, paghi duramente», ha aggiunto Bonaccini, parlando dello scandalo affidi di Bibbiano, dove c’è stata la manifestazione della Lega, assicurando che la Regione Emilia-Romagna nel processo «sarà », in prima linea». Ma «la comunità di Bibbiano, fatta di gente per bene, non meritava di essere messa al pubblico ludibrio», ha aggiunto.

APPROFONDIMENTI:

“Parlare di Bibbiano e attaccare il Pd”. I consigli di Salvini ai militanti leghisti

Bibbiano, per la Cassazione infondate le misure contro il sindaco. Si avvicina il processo

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti