ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEuronext Growth Milan

Relatech in volata dopo l'annuncio dell'acquisizione di Efa Automazione

La Pmi mette a segno la migliore performance di tutta Piazza Affari dopo l'accordo vincolante per rilevare inizialmente l'81,66% del capitale di Efa per 7,35 milioni di euro

di Flavia Carletti

(wladimir1804 - Fotolia)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Il mercato premia Relatech dopo l'annuncio dell'acquisizione di Efa Automazione. I titoli della società, quotata su Euronext Growth Milan, balzano di quasi 10 punti percentuali, mettendo a segno la migliore performance di tutta Piazza Affari. Vivaci gli scambi in una giornata in cui i volumi generali sono abbastanza scarsi: sono passati di mano oltre 400mila pezzi. Ieri 29 novembre, in tarda serata, Relatech ha comunicato di aver sottoscritto un accordo vincolante finalizzato all’acquisizione in una prima fase di una partecipazione pari all'81,66% del capitale sociale Efa Automazione per 7,35 milioni di euro. La restante parte del capitale di Efa sarà acquisita in una seconda fase attraverso specifici meccanismi di put e call. Come indicato in una nota, nei primi 9 mesi del 2021 Efa ha registrato ricavi per 12,7 milioni di euro, un ebitda di 1,8 milioni, un utile netto di 1,2 milioni, con una cassa netta positiva per 0,68 milioni. Relatech è presente sul mercato con soluzioni innovative dedicate alla digital transformation delle imprese e, attraverso l'acquisizione di Efa (attiva da 30 anni nell'automazione industriale), punta a evolvere la piattaforma di servizi abilitanti nella capacità di assistere il settore industry sia nel processo di set-up infrastrutturale (abilitato dalla tecnologia IoT) sia nella gestione dei big data, unendo verticalità di competenze e orizzontalità di offerta.

Con l'operazione ampliata l'offerta dei servizi

«L’operazione ha l’obiettivo di combinare l’expertise di Relatech nell’ambito delle Digital Enablers Technologies con l’esperienza di Efa in ambito Industrial IoT, consolidando la presenza del Gruppo nel mercato delle smart cities, della logistica, dell’energia e delle infrastrutture critiche grazie alla possibilità di connettere oggetti intelligenti (capaci di identificazione, localizzazione, acquisizione dati, elaborazione e comunicazione) e reti intelligenti (aperte, standard e multifunzionali)», ha dichiarato Pasquale Lambardi, presidente e amministratore delegato di Relatech. La società «intende configurarsi come hub strategico per lo sviluppo di infrastrutture critiche finalizzate a servizi urbani e industriali evoluti. Tutti gli sviluppi sulle tecnologie legate all’IoT avranno un impatto esponenziale grazie alla loro interrelazione, all’applicazione in ambito Smart & Safe Cities e nel Data Driven Manufacturing», ha continuato Lambardi, concludendo che «l’intenzione è quella di anticipare le esigenze delle aziende italiane del prossimo futuro così come tracciato dal Pnrr, realtà iper-connesse che utilizzano in modo strategico il dato e che necessiteranno progressivamente di partner sempre più integrati nell’offerta».

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti