Mercato e Industria

Renault, l'offensiva elettrificata e la nuova Megane plug-in ibrida

La “famiglia” si allarga fino a prevedere ora su un totale di sei modelli dopo l'arrivo prima della Twingo elettrica e ora anche della Megane plug-in ibrida disponibile per il momento soltanto nella versione Sporter, la station wagon a cui si aggiungerà in seguito la cinque porte. In vendita nel corso dell'estate.

di Corrado Canali

default onloading pic

La “famiglia” si allarga fino a prevedere ora su un totale di sei modelli dopo l'arrivo prima della Twingo elettrica e ora anche della Megane plug-in ibrida disponibile per il momento soltanto nella versione Sporter, la station wagon a cui si aggiungerà in seguito la cinque porte. In vendita nel corso dell'estate.


2' di lettura

Renault e la una scelta sempre più ampia di modelli elettrificati dalla nuova Clio in versione ibrida alla Twingo elettrica che si aggiungono alla Twizy e alla Zoe elettriche oltre al rinnovato crossover Captur plug-in hybrid, ma anche alla Megane con la stessa soluzione di alimentazione. Per la prima volta, infatti, la vettura “media” di Renault dispone anche di una variante ibrida ricaricabile.

Megane in versione benzina, diesel e E-Tech
Si tratta della E-Tech plug-in che utilizza lo stesso sistema introdotto sulla nuova Captur col 1.600 cc a benzina abbinato a due motori elettrici e al cambio automatizzato per una potenza di sistema di 160 cv, con la batteria da 9,8 kWh che consente di percorrere fino a 50 km in modalità elettrica sia pure ad una velocità massima non superiore a 135 kmh. L'autonomia elettrica può arrivate fino a 65 km, mentre per ora la Megane e-Tech plug-in sarà offerta solo con carrozzeria wagon, ma in seguito debutterà anche la cinque porte.

Un leggero restying estetico fuori e di più all'interno
La nuova variante elettrificata si accompagna ad un leggero restyling estetico che prevede dei gruppi ottici ora con inediti Led e con una diversa grafica degli elementi posteriori che sono dotati di indicatori di direzione dinamici, mentre i paraurti hanno prese d'aria modificate. In generale, però, l'impatto visivo resta quello attuale anche se aumentano le possibilità di personalizzazione con dei nuovi colori previsti. Gli interni seguono, invece, l'evoluzione estetica introdotta dalla nuova Clio con in più l'infotainment Easy Link e lo schermo verticale da 9,3 pollici che ha richiesto una modifica dei comandi della climatizzazione ed è affiancato dal 10,2 pollici per la strumentazione digitale di tipo personalizzabile.
Più Adas e le altre motorizzazioni termiche

Renault ha, inoltre, ampliato il pacchetto di Adas a disposizione con il Motorway & Traffic Assistant che include l'Adaptive Speed Control con funzione Stop&Go, il Lane Centering Assistance e che lavora fino a 160 kmh. Oltre che con l'ibrido ricaricabile la “media” francese sarà disponibile nelle tradizionali versioni a benzina e turbodiesel. I motori a benzina sono il 1.300 cc TCe da 115, 140 e 160 cv, ai quali si aggiunge il nuovo 100 cv Eco mentre in un secondo tempo arriverà il 1.000 cc TCe da 120 cv con cambio manuale per un'ulteriore riduzione del CO2. Sul fronte turbodiesel troviamo il 1.500 cc Blue dCi nelle versioni 95 cv con il cambio manuale e 115 cv, invece, con l'automatico EDC.

Sempre in gamma le sportive R.S e Trophy
Infine la sportiva Megane R.S sarà proposta solo col motore 1.800 cc turbo da 300 cv a benzina. Rinnovata anche la versione Trophy che si distingue per il telaio Cup, per delle molle e degli ammortizzatori specifici, ma anche soluzioni come il differenziale anteriore Torsen e in aggiunta anche un impianto frenante specifico oltre che potenziato realizzato appositamente per l'auto dalla Brembo.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti