ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùModelli speciali

Renault R5 Turbo 3E: la showcar elettrica creata per il drifting

La casa francese rispolvera i modelli mitici della sua storia rimodellandoli secondo lo stile attuale. Così nasce R5 Turbo 3E, la sportiva 100% elettrica per il drifting

di Giulia Paganoni

4' di lettura

Mezzo secolo di storia. La casa della Losanga festeggia i 50 anni della mitica Renault 5, un'auto mitica che ha fatto sognare intere generazioni. E lo fa con una showcar elettrica a trazione posteriore: la R5 Turbo 3E.

La rinascita elettrica di un modello mitico

Dopo la Renault 5 Prototype, nell'ambito delle celebrazioni per i 50 anni della Renault 5, la showcar R5 Turbo 3E 100% elettrica rende un omaggio contemporaneo alle sue versioni sportive più mitiche, le Renault 5 Turbo e Turbo 2. Come è logico, il suo nome è R5 Turbo 3E, dove il “3” sta ad indicare la continuità rispetto alla Turbo 2 e la “E” simboleggia la motorizzazione elettrica.

Loading...

Lo stile è particolare e mixa un design ultratecnologico con tanti riferimenti (sia per la carrozzeria che negli interni) che rimandano al mondo delle gare automobilistiche e a quello dei videogiochi.

La presenza su strada è enfatizzata dagli pneumatici da 19 pollici all'anteriore e 20 al posteriore.

Renault R5 Turbo 3E, tutte le foto

Renault R5 Turbo 3E, tutte le foto

Photogallery21 foto

Visualizza

Dai vecchi tempi ma in stile moderno

Riprendendo le forme del cofano, le porte nonché l'abitacolo della sua antenata ma, stavolta, con la carrozzeria in fibra di carbonio, la R5 turbo 3E dichiara a quale stirpe appartiene. Sono state riviste le iconiche prese d'aria della Turbo 2 sui parafanghi posteriori, vantando così una larghezza di 2,02 metri (25 centimetri in più dell'antenata), per una lunghezza di 4 metri e un'altezza di 1,32 metri. Il passo è di 2,54 m. Ma il vero punto di forza è l'immenso alettone posteriore, che le consente di rimanere incollata al suolo anche nelle derapate più estreme.

Sul frontale,mostra un paraurti dotato di grandi prese d'aria che garantiscono sia il raffreddamento che l'aderenza al suolo. Essendo verticalmente suddiviso in tre parti, rimanda direttamente al paraurti della Renault 5 Turbo 2. Si ritrovano anche, “come ai vecchi tempi”, i fendinebbia di forma quadrata, che questa volta sono quattro, ognuno composto da 16 Led.

All'anteriore e al posteriore, altri Led, di color rosa, blu e giallo, formano strisce luminose che si accendono e lampeggiano quando l'auto va in derapata, creando un'atmosfera che ricorda il mondo dei videogiochi e degli anni 1980 e 1990. Anche il retrogaming è stato una fonte di ispirazione per gli sticker decorativi stile camouflage della carrozzeria. Infine, i finestrini in Plexiglass si tingono di rosa e, sul cristallo posteriore sinistro, lo sticker “La vie en rose” aggiunge un pizzico di dolcezza al mondo di questa showcar.

Interni pop e ricchi di rimandi

All'interno della showcar R5 Turbo 3E, si scopre un ambiente moderno e giocoso, dove si mescolano riferimenti al mondo delle gare automobilistiche, a quello dei videogiochi e, naturalmente, alle iconiche Renault 5 e Renault 5 Turbo 2, nonché alla loro epoca.

I sedili sportivi in fibra di carbonio, le cinture di sicurezza e il volante derivano dalla collaborazione con l'azienda specializzata Sabelt. Il comando del freno a mano verticale (tratto distintivo dei veicoli per drifting) troneggia al centro della consolle centrale in un colore giallo molto “pop”. Questo stesso giallo si ritrova mescolato al rosa per dare una nota di colore al mix grigio/nero del tartan dai motivi scozzesi (un riferimento agli anni 1980) dei sedili e della plancia. Sul tartan spicca l'effetto visivo basato sul logo Renault.

Tutti questi effetti colorati sono stati pensati anche per creare un contrasto con il nero del pianale in sughero e dell'Alcantara che riveste la parte superiore della plancia e i pannelli interni delle porte.

I mitici dieci quadranti analogici che stavano davanti al conducente della Renault 5 Turbo2 sono stati sostituiti da 10 display digitali sulla plancia. Funzionando come widget, visualizzano vesti grafiche ispirate alla Pixel Art e alla Glitch Art, con funzioni riprese dal mondo del retrogaming. Ad esempio, per far partire il veicolo, bisogna premere il pulsante “free play” situato sulla consolle centrale. Nello stesso spirito, le varie modalità di guida sono denominate “Turbo” per il drifing, “Track Invader” per il gioco, “Donut” per i 360°.

Auto ad alte prestazioni per il drifting

Pensata per le prestazioni e la pista, R5 Turbo 3E è un'auto elettrica a trazione posteriore ideale per il drifting. Proprio come il suo iconico predecessore, è un veicolo rigorosamente biposto, con la parte posteriore occupata dal gruppo motopropulsore composto da due motori elettrici, che azionano ciascuno una ruota, con batterie collocate al centro, sotto il pianale.

La meccanica di R5 Turbo 3E, montata su telaio tubulare, protetta dal fondo piatto e circondata da roll bar di sicurezza omologate dalla Fia (Fédération Internationale de l'Automobile), vanta una potenza totale di 280 kW (equivalente a 380 cv) e una coppia di 700 Nm, immediatamente disponibile.

La showcar elettrica è in grado di coprire lo 0-100 km/h in soli 3,5 secondi (3,9 secondi in modalità Drift), raggiungendo una velocità di punta di 200 km/h. La batteria, che ha una capacità di 42 kWh che si ricarica in 2 ore con caricabatterie da 380V/32A.

L'autonomia permette di lanciarsi senza problemi in una sessione di più giri di drifting oppure in un'infuriata gimkana. Per quest'ultima, evitare gli ostacoli è più facile, grazie ad un angolo di sterzata delle ruote di oltre 50°.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti