AUTO

Renault rivede la strategia in Cina e dice addio a jv con Dongfeng

Il gruppo francese ha deciso al momento di concentrarsi su due altre aree di business nel Paese asiatico: auto elettriche e veicoli commerciali leggeri

(REUTERS)

2' di lettura

Renault rivede la sua strategia in Cina, rinunciando alla produzione di vetture in joint venture con Dongfeng. Il gruppo francese ha deciso al momento di concentrarsi su due altre aree di business nel Paese asiatico: auto elettriche (Ev) e veicoli commerciali leggeri (Lcv). Lo comunica Renault in una nota. In particolare, in merito alle auto per passeggeri, il Gruppo Renault ha siglato un contratto preliminare con Dongfeng Motor Corporation secondo il quale Renault trasferirà le sue azioni a Dongfeng della loro joint venture.

Drac (Dongfeng Renault Automobile Company) interromperà così le sue attività legate al marchio Renault. Il gruppo francese continuerà a fornire assistenza ai suoi 300mila clienti tramite i concessionari e le società dell'Alleanza. Ulteriori sviluppi per i veicoli a marchio Renault in Cina saranno svelati in occasione nel nuovo piano a medio termine. Ad ogni modo, Renault e Dongfeng continueranno a lavorare con Nissan a una nuova generazione di motori e componenti per Drac e licenze diesel per Dongfeng Automobile Co. Renault e Dongfeng inoltre si impegneranno in una cooperazione innovativa nel campo dei veicoli connessi.

Loading...

Per quanto riguarda i veicoli commerciali leggeri, Renault è presente in Cina attraverso Renault Brilliance Jinbei Automotive Co (RBJAC), che nel 2019 ha registrato circa 162mila vendite nel Paese asiatico, dove conta 1,5 milioni di clienti. L'obiettivo della casa automobilistica francese è di introdurre 5 nuovi modelli entro il 2023 per Jinbei. In merito, invece, ai veicoli elettrici, Renault punta a rafforzare la partnership con Nissan e Dongfeng in eGT per fare della auto K-Ze un prodotto globale. Una vettura per l'Europa basata sul concept Dacia Spring sarà in commercio dal 2021. Renault, inoltre, ha l'obiettivo di rafforzare la joint venture Jmev in modo da fare in modo che possa coprire il 45% del mercato cinese dell'auto elettrica nel 2022 con 4 modelli.

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti