alla festa dell'unità

Renzi: Salvini fa la morale, ma la Lega ha rubato i soldi

di Alessia Tripodi

(ANSA)

3' di lettura

Festa dell'Unità incandescente per il segretario Pd Matteo Renzi, con un intervento che è diventato un botta e risposta a distanza con il leader della Lega, Matteo Salvini. «Pensate a come sta messo il centrodestra: tutti i giorni la Lega fa la morale a Roma ladrona ma nessuno che dica che c'è un partito che ha rubato i soldi del contribuente» ha detto Renzi, aggiungendo che «la Lega deve dare 48 milioni di euro del contribuente. E nessuno ne parla. Salvini è tutti i giorni sui talk show, è dappertutto tranne a Bruxelles, e nessuno che gli chieda dei soldi della Lega». Il riferimento è a una sentenza su irregolarità dell'utilizzo di fondi pubblici da parte della Lega che oggi diventa operativa e di cui Salvini ha dato notizia in una conferenza stampa a Montecitorio.
Nel suo intervento Renzi ha parlato anche delle Olimpiadi "mancate" per Roma e della questione migranti.

Salvini: per la prima volta giudici bloccano un partito
«Oggi, per la prima volta nella storia della Repubblica, i giudici stanno bloccando l'attività di un partito politico» ha detto Salvini annunciando il blocco da parte della Procura di Genova dei conti correnti di numerose federazioni
della Lega Nord. «C'è chi, usando un pezzettino di magistratura, anche un solo giudice, vuole mettere il bavaglio al dissenso, ad alcuni milioni di italiani che credono nella Lega», ha denunciato il leader leghista.

Loading...

Il leader leghista: andiamo avanti, Pontida la facciamo lo stesso
Se qualcuno pensa di bloccarci si sbaglia di grosso, andiamo avanti ancora più forti di prima. Pontida la facciamo anche a costo di pagarla di tasca nostra» ha continuato Salvini, aggiungendo che domani vedrà gli avvocati. «
«Secondo Renzi, la Lega e alcuni milioni di italiani, sono colpevoli di aver rubato. Si vergogni. Un partito che si definisce democratico non si cura di quanto dice la Costituzione», ha aggiunto il leader del Carroccio.

Renzi: Olimpiadi, M5S ha strappato sogno a intera generazione
«Oggi non è una festa per Roma e il suo territorio - ha detto Renzi - perché festeggiano Parigi e Los Angeles. Due miliardi che potevano essere spesi qui, andranno a quelle due città. Un anno fa eravamo in testa. Certo, i grandi eventi fanno paura per il rischio che qualcuno rubi, ma se per paura di chi ruba anziché arrestare i ladri, arresti le opere pubbliche, interrompi un sogno di un'intera generazione». «E allora oggi non è un giorno di festa, qualcun ha strappato il sogno agli italiani» ha aggiunto l'ex premier, sottolineando che «dire di no per paura significa condannare un'intera generazione: se fai politica devi prenderti le tue responsabilità. Anche a costo di prenderti una bella botta sul muso, come è accaduto a me sul referendum».

Migranti, siamo per salvarli anche se perdiamo voti
«Noi diciamo aiutiamoli davvero a casa loro, accogliamo chi possiamo accogliere e salviamo tutti anche a costo di perdere voti», ha detto poi il segretario Dem affrontando il tema immigrazione. Rispetto al quale ha ribadito la linea sul bilancio europeo: «Se certi Paesi sono per chiudere le frontiere, io sono per chiudere il rubinetto dei quattrini in Europa perché non possono fare i
muri con i soldi nostri».
E ha aggiunto: «Cerco di salvare tutti, ma poi non posso accogliere tutti in Italia. Chi è che ha fatto l'accordo per portarli qui? E' un accordo del 2003, l'accordo di Dublino. Sapete chi c'era al governo? Berlusconi. Ha accettato quell'accordo perché voleva difendere la Bossi-Fini, ha accettato un accordo che è un accordo capestro per l'Italia».

Fisco, mi attaccano da sinistra perchè abbasso tasse
«C'è gente che mi attacca da sinistra per dire che sbaglio perché dico che bisogna buttar giù le tasse - ha detto poi Renzi - ma è chiaro che bisogna buttar giù le tasse e insieme farle pagare a tutti: è questa la mia proposta». L'ex premier ha poi affermato che «c'è bisogno di una misura ad hoc per i figli, non è possibile che dal secondo figlio rischi di andare sotto la soglia di povertà». E sul tema occupazione: «Un milione di posti di lavoro? Berlusconi l'ha detto, noi l'abbiamo fatto», ha aggiunto.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti