calzetteria

Retail strategico per la crescita di Pompea

di Marta Casadei

2' di lettura

«Abbiamo da poco lanciato un nuovo format di negozio pensato per i villaggi outlet, un canale che ci interessa molto. Il primo store l’abbiamo aperto nel Franciacorta Outlet Village, ma nei prossimi due o tre anni puntiamo a costruire un vero e proprio network, in Italia e all’estero. I negozi saranno uno strumento di crescita». Adriano Rodella, che già a 14 anni lavorava come operaio in una fabbrica di calzetteria, è presidente di Pompea, l’azienda che ha fondato nel 1996 a Medole (Mn). Una parabola di crescita significativa la sua, che ben riflette lo sviluppo del gruppo: Pompea, cui fanno capo i marchi Pompea (calze), Roberta (intimo), e Mimi (intimo, venduto sul mercato spagnolo) e che deve il 20% circa dei ricavi al private labeling, ha chiuso il 2017 con fatturato a 77 milioni di euro, in crescita del 5% sul 2016, ed Ebitda a +9% e punta ad arrivare a quota 85 milioni a fine anno. A trainare l’incremento continuo (il 2018 è il quarto anno di fila) è una concomitanza di fattori, tra cui spicca il potenziamento di alcuni canali di vendita: «Circa un quarto del nostro business è assorbito dalla grande distribuzione, che ha un ruolo importante soprattutto nel Nord Italia. Il nostro obiettivo - continua Rodella - è quello di massimizzarne gli effetti investendo in un canale retail che, appunto, si sviluppi sia negli outlet sia, in modo diverso, nelle grandi città». L’idea è quella di creare un «family store a insegna Pompea Space nel quale vendere i nostri prodotti, adatti a tutta la famiglia e caratterizzati da un ottimo rapporto qualità prezzo», riunendo i tre marchi del gruppo. Il format sarebbe spendibile anche all’estero: «Oltre confine realizziamo per ora solo il 15-20% dei ricavi - continua il fondatore - ma proprio per questo abbiamo grande possibilità di crescita. Tra i mercati più interessanti ci sono senza dubbio i Paesi della ex Jugoslavia, Russia, Spagna, Grecia e Francia. La Gran Bretagna è il mercato più dinamico nelle vendite online».

Pompea ha abbracciato anche l’e-commerce, e con risultati positivi: «È in crescita, grazie al nostro portale online, ma anche alle collaborazioni con piattaforme multimarca». Tra i prodotti più venduti spiccano, ça va sans dire, i collant: «Sono il nostro core business e investiamo moltissimo nel loro sviluppo e nella loro realizzazione, soprattutto sul piano tecnologico: abbiamo un nutrito dipartimento ricerca e sviluppo e presto lanceremo una nuova nanotecnologia rivoluzionaria. Come abbiamo fatto anni fa con la tecnologia seamless (senza cuciture, ndr)». Tra i prodotti apprezzati dal pubblico anche la collezione active up: «Un prodotto easy - conclude il fondatore - sportivo, ma non tecnico. Da portare anche tutti i giorni, in linea con il nostro stile».

Loading...
Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti