challenging bank

Revolut sbarca in Asia da Singapore, per gli Usa accordo con Mastercard

di P.Sol.


default onloading pic

2' di lettura

Forte dei suoi sette milioni di utenti tra Europa, Gran Bretagna e Australia, Revolut accelera sull'espansione internazionale. La challenging bank londinese ha annunciato il lancio del suo servizio a Singapore dopo un lungo periodo in beta test, primo mercato asiatico in cui arriva con la sua app, e allo stesso tempo stringe i rapporti con Mastercard per il lancio delle sue carte di credito negli Stati Uniti.

I 30mila utenti di Singapore, che hanno già aderito all'offerta, potranno utilizzare i servizi della fintech: aprire un conto dallo smartphone, ottenere una carta di debito e poter spendere in tutto il mondo. In particolare potranno spendere denaro oltreoceano in oltre 150 valute al tasso di cambio reale e prelevare agli Atm internazionali fino a 350 e a 700 dollari a seconda del piano sottoscritto.

Gli utenti potranno inoltre trasferire denaro oltreoceano senza costi nascosti, stando a una nota della fintech, oltre a detenere e scambiare quattordici valute internazionali all'interno della sua app. Altre 14 valute, tra cui la rupia indiana, il peso filippino e il ringgit malese, saranno comprese nei prossimi mesi.


«Gli abitanti di Singapore viaggiano in media sette volte l'anno e trasferiscono all'estero circa 7 miliardi di dollari, senza sapere che il loro provider addebita commissioni fino al 5%”, afferma Eddie Lee, head of operations Asia-Pacific di Revolut. Nel 2018 la fintech londinese ha creato il suo hub per la regione Asia-Pacifico a Singapore, dove ha assunto un team di venti persone, che verrà triplicato nei prossimi mesi.

Revolut ha inoltre annunciato un accordo con Mastercard per l'emissione delle sue carte di debito negli Stati Uniti, mercato in cui la fintech dovrebbe sbarcare entro fine anno. «Sin dal lancio di Revolut, Mastercard ha contribuito in modo importante al nostro successo e l'annuncio di oggi ci permetterà di raggiungere il nostro ambizioso obiettivo di offrire soluzioni finanziarie e di pagamento innovative alle persone in tutto il mondo. Lanciare negli Stati Uniti è una tappa fondamentale per noi e siamo felici che Mastercard sia il partner con cui entreremo nel mercato”, ha commentato Nik Storonsky, Founder e Ceo di Revolut.

L'accordo con Mastercard non ha comunque carattere di esclusività: Revolut ha recentemente annunciato una partnership con i rivali di Visa, ma almeno 50% delle carte in Europa saranno a marchio Mastercard. L'altra metà sarà appannaggio di Visa. Revolut evidentemente sfrutta la competizione tra i due circuiti per trarre condizioni a suo vantaggio. È chiaro che l'ambito fintech, in particolare il comparto delle challenging bank, sta diventando un terreno di scontro strategico per i colossi delle carte di credito.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...