la decisione del gup

Riace, rinviato a giudizio Mimmo Lucano. Viminale parte civile

di Donata Marrazzo

La Cassazione su Mimmo Lucano: nessuna frode su appalti


2' di lettura

Rinviato a giudizio dal Gup di Locri il sindaco (sospeso) di Riace Mimmo Lucano. Nonostante la richiesta di non luogo a procedere avanzata dagli avvocati Antonio Mazzone e Stefano Daqua, Mimmo Lucano andrà a processo. E con l’amministratore del piccolo comune della Locride, altre 29 persone coinvolte nell'inchiesta Xenia. L'11 giugno la prima udienza. Fra i reati contestati associazione per delinquere, truffa con corrispondente danno patrimoniale per lo Stato, abuso d'ufficio, peculato, concussione, frode in pubbliche forniture, falso e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

GUARDA IL VIDEO / La Cassazione su Mimmo Lucano: nessuna frode su appalti

Lo ha deciso il Gup del tribunale di Locri Amelia Monteleone a conclusione di sette ore di camera di consiglio. Il Viminale, già in sede di udienza preliminare, ha fatto sapere che si costituirà parte civile.

PER SAPERNE DI PIU’ / L'inchiesta «stroncata» dalla Cassazione e il processo a Mimmo Lucano

Quanto al divieto di dimora a Riace per Mimmo Lucano, si attende ora la pronuncia del Riesame dopo l'annullamento con rinvio disposto una settimana fa dalla Cassazione. In quella occasione la Corte ha smontato l'impianto accusatorio contro l'ex sindaco e il modello Riace. Chiamata a giudicare la sospensione della misura cautelare, ha sostenuto che Lucano non ha compiuto illeciti né ha posto in essere comportamenti fraudolenti. Nessun indizio, a cominciare dall'assegnazione della raccolta dei rifiuti a due cooperative sociali. E per il caso di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina ha tenuto conto della questione affettiva: si è trattato di proteggere dal rimpatrio la sua compagna.

Si attende anche la sentenza del Tar: nell'udienza di merito sulla revoca del progetto Sprar presentata dal comune, è stato comunicato che il tribunale arriverà a decisione. Lo scorso ottobre il Viminale aveva disposto il trasferimento dei migranti chiedendo la rendicontazione di tutte le spese sostenute e contestando al comune 34 penalità.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti