ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBanche

Ribaltone in UniCredit, Ubertalli esce dopo un anno. Guida Italia a Orcel

Lettera di Padoan e dell’ad ai dipendenti. Remo Taricani aiuterà l’amministratore delegato di Unicredit nella «missione», assumendo il ruolo di Deputy Head of Italy

di Gerardo Graziola

Andrea Orcel (Ansa)

2' di lettura

Ribaltone in UniCredit. L’amministratore delegato di gruppo, Andrea Orcel, assume l’incarico di responsabile anche per l’Italia e l’attuale capo, Niccolò Ubertalli, «cederà le sue attività con effetto immediato. Vogliamo ringraziarlo per il suo contributo alla crescita di UniCredit» e «gli auguriamo pertanto tutto il meglio per il futuro». Così in una lettera ai dipendenti firmata dal presidente Piercarlo Padoan e dallo stesso Orcel consultata da Radiocor. Ubertalli era stato nominato il 12 maggio 2021.

Remo Taricani aiuterà l’amministratore delegato di Unicredit nella «missione», assumendo il ruolo di Deputy Head of Italy e guidando le attività quotidiane del business sotto la sua supervisione. L’esperienza di Remo, insieme alla sua conoscenza tecnica e alla sua vicinanza alla rete, assicurerà al «nostro business in Italia e in particolare ai colleghi del network di consolidare i risultati raggiunti e sprigionare appieno il proprio potenziale», è scritto nella nota interna di Unicredit. L’attuale team manageriale e i responsabili regionali - Luisella Altare, Annalisa Areni, Marco Bortoletti, Andrea Burchi, Roberto Fiorini, Paola Garibotti, Salvatore Malandrino - manterranno il loro ruolo, continuando a guidare il business.

Loading...

«Nel 2021 abbiamo preso la decisione di rendere l’Italia un business autonomo, a conferma della fondamentale importanza che l’Italia ricopre all’interno del nostro Gruppo, per garantirle una propria identità e lo spazio necessario per crescere e raccogliere il merito dei propri successi», aggiungono Padoan e Orcel nella comunicazione interna per il cambio al vertice dell’Italia. «Questa strategia è stata confermata dai traguardi conquistati negli scorsi mesi e ha permesso di costruire i primi solidi passi per la realizzazione di UniCredit Unlocked in Italia, il cui piano viene confermato. La prossima fase di UniCredit Unlocked ci vede pronti a rafforzare la presenza dell’Italia a livello di Gruppo, permettendole di muoversi più velocemente nel suo processo di trasformazione e nella realizzazione delle nostre ambizioni, pur in un contesto che sappiamo essere volatile».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti