VEICOLI ELETTRICI

Ricariche a tariffa ridotta per chi lascia il posto entro un’ora

Il Dl Semplificazioni ha completato le norme sugli stalli riservati

di Domenico Carola

default onloading pic
(Imagoeconomica)

Il Dl Semplificazioni ha completato le norme sugli stalli riservati


2' di lettura

Il decreto legge Semplificazioni (Dl 76/2020, articolo 57), oltre ad aver introdotto una mini-riforma nel Codice della strada, ha completato la disciplina degli spazi destinati al parcheggio (stalli) dei veicoli elettrici in ricarica, iniziata dal Dlgs 257/2016 che li ha previsti all’articolo 158, comma 1, lettera h-bis) del Codice. Una conseguenza pratica sarà la riduzione dei posti auto normali per far posto alle colonnine, riservate alla sosta delle auto elettriche solo per la durata del tempo di ricarica.

Quindi acquistare un’auto elettrica non consente di parcheggiare nella piazzola con colonnina e fare shopping senza curarsi che la ricarica sia finita. Ciò era già stato indirettamente chiarito nel 2016 dalla lettera h-bis) (in vigore dal 14 gennaio 2017), prevedendo che le sanzioni per divieto di sosta previste dall’articolo 158 del Codice si applicano a tutti i veicoli che non siano in fase di ricarica. La sanzione si può comminare non solo in caso di sosta, ma anche quando il trasgressore effettua una semplice fermata. E si è scelto di punire la violazione con la sanzione massima possibile (prevista quando anche la sola fermata è considerata d’intralcio).

Ma ora il Dl 104/2020 aggiunge un incentivo a liberare il posto, consentendo ai Comuni di stabilire tariffe di ricarica agevolate per chi lascia lo stallo con colonnina entro un massimo di un’ora dal termine della ricarica, tranne che di notte, dalle 23 alle 7 (salvo che la colonnina sia di quelle classificate a elevata potenza).

Il termine di un’ora è lo stesso che era stato stabilito dal Dlgs 257/2016 come tolleranza dopo la fine della ricarica, entro la quale non c’è sanzione. E di notte, dalle 23 alle 7, i veicoli che hanno completato la ricarica possono restare parcheggiati anche per più di un’ora.

I Comuni avranno sei mesi dall’entrata in vigore del Dl per installare le colonnine di ricarica. La norma suggerisce una colonnina ogni mille abitanti, ma i Comuni saranno liberi di prevederne in numero maggiore a seconda dei propri obiettivi green.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti