monnalisa

Ricavi al traguardo 50 milioni

di – S.Pi.

default onloading pic


1' di lettura

Cinquanta anni di vita e 50 milioni di fatturato. L’obiettivo è a portata di mano per Monnalisa, l’azienda di moda junior di Arezzo fondata nel 1968 da Piero Iacomoni e tuttora nelle mani della famiglia, che al Pitti Bimbo festeggia appunto mezzo secolo di attività (con la sfilata ieri sera e il lancio della fragranza Monnalisa by Sileno Cheloni) e un traguardo prestigioso: è rimasta una delle pochissime aziende a capitale italiano specializzata nella moda junior di fascia alta.

Quest’anno Monnalisa punta a crescere ancora, dopo un 2017 che si chiuderà a livello consolidato a 46-47 milioni, in salita a doppia cifra (nei primi nove mesi è stata +13%) grazie alla “rivoluzione” aziendale attuata dal 2016: nascita di società all’estero per aprire negozi diretti, investimenti sull’e-commerce e sulla logistica. L’export dà oggi più del 65% del fatturato.

Nei prossimi due mesi sarà aperto il terzo monomarca a Hong Kong, il terzo a Mosca, sarà spostato il negozio di Firenze. «Stiamo spingendo sull’espansione retail diretta e siamo arrivati ad avere 34 negozi - spiega l’amministratore delegato Christian Simoni - e stiamo investendo molto sul canale online, sia diretto che attraverso piattaforme nei vari Paesi, Cina in testa: è un canale che già oggi rappresenta il 7% delle vendite». Per questo i 50 milioni di fatturato nel 2018 sono vicini.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti