ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSenato

Ricerca, Messa: 600 milioni di euro dal Pnrr per il rientro di cervelli

La dote andrà a sostenere, tra l’altro, 900 giovani ricercatori che abbiano vinto progetti europei nei programmi quadro Horizon 2020 ed Horizon Europe

di Redazione Scuola

(IMAGO ECONOMICA)

2' di lettura

600 milioni di euro sono stati stanziati nell'ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) per il “rientro dei cervelli”: lo annuncia la ministra dell'Università e della Ricerca Maria Cristina Messa durante l'audizione al Senato del 26 maggio. «È un investimento importante - ha detto Messa - vorremmo creare condizioni reali di attrazione in Italia per i giovani studiosi». Altri 500 milioni saranno stanziati in due anni nell'ambito del diritto allo studio, dedicati quindi alle borse di studio. I 600 milioni andranno a sostenere 900 giovani ricercatori che abbiano vinto progetti europei nei programmi quadro Horizon 2020 ed Horizon Europe, e a incentivare il reclutamento di almeno 300 ricercatori vincitori dei grandi progetti del Consiglio Europeo della Ricerca (Erc). «Per chiamarli abbiamo previsto delle forme di chiamata diretta da parte delle università e degli enti pubblici di ricerca”, ha spiegato la Ministra, «per la copertura di posti da ricercatore a tempo determinato o di professore quando i grant sono particolarmente senior».

Determinare le condizioni

Per determinare le condizioni reali di attrazione in Italia dei giovani “cervelli” eccellenti, dei giovani studiosi «le nostre norme si fanno carico, da un lato, di incentivare le università ad accogliere questi studiosi, stabilendo che le chiamate avvengano in deroga ai cosiddetti “punti organico”». Ha spiegato ancora Messa. «Dall'altra - ha proseguito Messa - creare un nuovo meccanismo di incontro tra “domanda” da parte delle università e “offerta” di disponibilità da parte di studiosi dall'estero, che, nelle nostre intenzioni, potrà anche riequilibrare la cronica carenza di chiamate dall'estero delle Università del Mezzogiorno. Stimolarle, quindi, a reclutare di più».

Loading...

Abilitazioni

Il ministro ha aggiunto che «con le altre disposizioni contenute all'articolo 14 siamo intervenuti, con interventi “abilitanti”, su altre misure di pertinenza del Mur. Sono misure in materia di diritto allo studio, con il quale abbiamo chiarito che le risorse previste dal Pnrr, 500 milioni in due anni per le borse di studio, per quanto siano state allocate sul fondo integrativo statale (Fis), non richiedono l'ulteriore contribuzione da parte delle Regioni, che sarebbe ordinariamente previsto secondo le regole del funzionamento di tale fondo; ad un intervento in materia di orientamento, essendosi reso necessario, alla luce delle accresciute risorse stanziate dal Pnrr, estendere le attività di orientamento presso le scuole secondarie, già a partire dal terzo anno e non solo a partire dal quarto».

Reclutamento

Messa ha inoltre riferito che «sull'articolo 44, che interviene a riformare l percorso di reclutamento del personale docente della scuola. Mi limito solo a dirvi che la proposta di riforma, per la parte interferente con il sistema universitario, reca una necessaria dose di flessibilità per far sì che sia organizzativamente sostenibile dal sistema medesimo e maggiormente attrattivo per gli studenti. Flessibilità, dunque, sia di natura organizzativa (poiché la riforma non prevede la istituzione di strutture nuove, ma l'individuazione delle strutture che già operano all'interno delle università) sia di natura formativa (poiché il nuovo meccanismo lascia ampia libertà, anche in relazione alla vocazione dei singoli, di acquisire i crediti necessari per l'abilitazione sia durante il percorso di laurea, sia una volta laureati)».

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati