AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùborsa zurigo

Richemont brinda al III trimestre in crescita nonostante gli scontri di Hong Kong

II numero due a livello mondiale del lusso ha chiuso il terzo trimestre dell'esercizio 2019/2020 con ricavi in rialzo del 4% in franchi svizzeri e del 6% con la conversione in euro a 4,1 miliardi nonostante «la seria contrazione» delle vendite a Hong Kong

di Flavia Carletti

default onloading pic
(REUTERS)

II numero due a livello mondiale del lusso ha chiuso il terzo trimestre dell'esercizio 2019/2020 con ricavi in rialzo del 4% in franchi svizzeri e del 6% con la conversione in euro a 4,1 miliardi nonostante «la seria contrazione» delle vendite a Hong Kong


1' di lettura

I risultati del terzo trimestre spingono Richemont alla Borsa di Zurigo. II numero due a livello mondiale del lusso, ha reso noto di aver chiuso il terzo trimestre dell'esercizio 2019/2020 con ricavi in rialzo del 4% in franchi svizzeri e del 6% con la conversione in euro a 4,1 miliardi, nonostante «la seria contrazione» delle vendite a Hong Kong. I ricavi in Europa sono salito del 9% a 1,2 miliardi di euro e del 5% nelle Americhe. Nell'area Asia Pacifico, le vendite del gruppo che controlla i marchi Cartier, Piaget, Iwc e Jaeger-LeCoultre sono salite del 2% in valuta locale, segnando un rallentamento rispetto al +5% del primo semestre dell'esercizio. Nell'esercizio 2018/2019 le vendite nella regione erano salite del 20%. A permettere il segno più anche nel terzo trimestre dell'esercizio 2019/2020 sono state le vendite, cresciute a due cifre, in Cina e Corea del Sud, mentre a Hong Kong c'è stata una forte flessione, a causa delle proteste che hanno investito l'ex colonia britannica, anche se Richemont non ha fornito dettagli sui singoli Paesi. A dare la spinta a Richemont in Borsa sono soprattutto i risultati nel segmento gioielleria che, per Kepler Cheuvreux, hanno «superato le attese», arrivando a 2,1 miliardi di euro nel trimestre.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti