Le nuove regole

Rientro dalle vacanze, cosa c’è da sapere per i viaggi in aereo, treno e nave

Dal 1° settembre green pass per gli spostamenti su mezzi a lunga percorrenza. Esentati gli under 12. Prima dose non sufficiente per rientrare dall'estero

Estate da boom ad agosto, in vacanza 13 milioni di italiani

3' di lettura

Green pass per andare al ristorante o visitare una mostra al museo. Ma non per spostarsi sui mezzi di trasporto. Fino, però, al 31 agosto. Da mercoledì 1° settembre scatterà l’estensione dell’obbligo di certificazione verde Covid per i trasporti a lunga percorrenza sul territorio nazionale: aereo, traghetto, treno. Un cambiamento da tenere a mente soprattutto per chi è partito o partirà nei prossimi giorni e dovrà rientrare dopo quella data. La novità è prevista dal decreto varato dal Governo lo scorso 5 agosto. Non cambiano, invece, le regole per chi deve rientrare in Italia dall’estero.

Come ottenere la certificazione verde

Il green pass viene generato in automatico e messo a disposizione gratuitamente di chi ha fatto la prima dose o ha ricevuto il vaccino monodose da 15 giorni; ha completato il ciclo vaccinale; risulti negativo a un tampone molecolare o rapido nelle 48 oreprecedenti (esclusi autotest rapidi, test salivari, test sierologici); è guarito da covid nei 6 mesiprecedenti.

Loading...

Viaggiare in Italia: novità dal 1° settembre

In Italia da mercoledì 1° settembre il green pass diventa obbligatorio per viaggiare in aereo, su navi e traghetti per collegamenti interregionali (esclusi quelli marittimi nello Stretto di Messina), su treni intercity e alta velocità, su autobus che fanno servizi di trasporto in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni con itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti; autobus a noleggio con conducente (esclusi quelli impiegati nei servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale e regionale). L'utilizzo degli altri mezzi di trasporto può avvenire anche senza green pass, rispettando le misure anti-contagio (distanziamento, mascherina).

Con i bambini in Italia: nessun obbligo per i minori di 12 anni

L'obbligo della certificazione verde per gli spostamenti in Italia non si applica ai bambini sotto i 12 anni (esclusi per età dalla campagna vaccinale) e ai soggetti esenti per motivi di salute dalla vaccinazione sulla base di certificazione medica.

Rientrare dall’estero in Italia

Non cambiano le regole per entrare in Italia. Il green pass del viaggiatore deve attestare una delle seguenti condizioni:
- aver completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni
- esser guariti da covid (la validità del certificato di guarigione è pari a 180 giorni dalla data del primo tampone positivo)
- aver fatto un tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell'ingresso in Italia con esito negativo.
Un green pass che attesti la somministrazione della prima dose di vaccino a due dosi (seconda dose in attesa di somministrazione) non è sufficiente per l’ingresso in Italia dall'estero. In questo caso bisogna sottoporsi comunque a test molecolare o antigenico rapido. L’obbligo vale anche se si rientra da un Paese europeo che accetta un certificato con ciclo vaccinale non completo.

Con i bambini dall’estero: nessun test sotto i 6 anni

Per rientrare in Italia, i bambini di età inferiore ai 6anni sono esentati dal test molecolare o antigenico pre-partenza e, quindi, dalla relativa certificazione. Per i viaggi fuori dall’Italia, i limiti sono decisi dai singoli Paesi e possono variare in base alla situazione epidemiologica.

Passenger Locator Form digitale

Prima di partire bisogna ricordarsi di compilare il Passenger locator forms: sono i moduli utilizzati dalle autorità sanitarie nel caso in cui i passeggeri siano stati esposti ad una malattia infettiva durante un viaggio a bordo di qualsiasi mezzo di trasporto (nave, aereo, treno, autobus o automobile) al fine di facilitare il tracciamento dei contatti. Le informazioni possono essere utilizzate dall’autorità sanitarie dei Paesi di destinazione per poter contattare rapidamente i passeggeri, con l’obiettivo di proteggere la loro salute e quella dei loro contatti, oltre che a prevenire l'ulteriore diffusione di malattie.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti