Dalle novità sulla mediazione al Tribunale della famiglia: come cambia il processo civile

6/14Politica Economica

Riforma del processo civile / Processo di cognizione, prima udienza non più burocratica

(itchaznong - stock.adobe.com)

Sia pure smussata dal tema, indigesto all'avvocatura, di rigide preclusioni e decadenze, la riforma del processo di cognizione prevede una prima udienza che non sia un semplice passaggio burocratico, ma già una presa d'atto significativa dell'oggetto della controversia che attore e convenuto dovranno avere precisato nella fase preliminare attraverso uno scambio di documentazione.

Le parti dovranno presentarsi personalmente, nel corso dell'udienza di comparizione, per lo svolgimento del tentativo di conciliazione, prevedendo che la mancata comparizione personale senza giustificati motivi è valutabile dal giudice in termini di peso probatorio. Il giudice dovrà poi provvedere sulle richieste istruttorie all'esito dell'udienza, predisponendo il calendario del processo e disponendo che l'udienza per l'assunzione delle prove sia fissata entro 90 giorni.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti