Settenote

Rimini a tutto jazz con Rava, Bollani e Petrella

Martha Argerich assieme al Quartetto della Scala nello splendido Quintetto op. 44 di Schumann

di Angelo Curtolo

default onloading pic

2' di lettura

Grandi musicisti nei festival italiani di questo scorcio di metà estate: una reunion d'eccezione a Rimini con tre jazzisti come Rava Bollani e Petrella assieme, per la prima volta. E la grande Martha Argerich assieme a Quartetto della Scala, cosa che non accade di frequente, sulla terrazza sospesa sul mare di Ravello.


Loading...

Ravello

Il 23 al celebre Festival speciale occasione di ascoltare la pianista Martha Argerich assieme al Quartetto della Scala nello splendido Quintetto op. 44 di Schumann. Ma non basta: prima la si ascolta anche a quattro mani (con la giovane talentuosa Theodosia Ntokou) in Ma mère l'oye di Ravel e – sempre con Theodosia - nel Concertino op. 94 di Sostakovic (le due pianiste hanno appena terminato di incidere musiche di Beethoven).

La grande interprete ha inaugurato pochi giorni fa il Festival di Lucerna suonando in modo magistrale il Concerto n. 2 di Beethoven, assieme all'Orchestra del Festival diretta da Herbert Blomstedt. Il concerto si potrà ascoltare anche in in streaming sulla pagina facebook del Festival e sul maxischermo allestito in Piazza Duomo a Ravello.

Rimini

Il 25 all'Arena Lido, alla Darsena, concerto piuttosto speciale, con tre musicisti come Enrico Rava (tromba), Stefano Bollani (piano), Gianluca Petrella (trombone); parte del 21° festival Crossroads, che prosegue in Emilia-Romagna fra jazz e altro, fino al 19 dicembre. Difficile prevedere quale musica scaturirà dall'incontro fra i tre. A metterli uno a fianco dell'altro sembra di osservare il podio olimpico del jazz italiano; il loro concerto a Rimini è una prima assoluta: una produzione originale, ideata da Rava, che li porta per la prima volta a suonare assieme in trio. L'affiatamento è comunque garantito: Rava è stato praticamente il talent scout sia di Bollani che di Petrella.

Roccella Ionica

Fino al 30 Back To Life, Back To Live: ecco il 40° Roccella Jazz Festival , in spazi come il Teatro al Castello di Roccella; l'area di scavi dell'antica Locri Epizefiri; il Museo Archeologico di Monasterace e il Teatro Romano di Marina di Gioiosa.

Ricordiamo il 23 ecco Tony Esposito, con Antonio Faraò, dove il percussionista napoletano proporrà un ritorno alle sue origini anni '70 legate alla world music, al funk e alla fusion. Il 26 il trombone di Giancarlo Schiaffini; il 28 il Karamu Afro Collective, tra black music e afrobeat. Il 30 il cantautore Brunori Sas, che quest'anno ha vinto la Targa Tenco 2020 e il Nastro d'Argento per la colonna sonora di Odio l'estate di Aldo, Giovanni e Giacomo.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti