investimenti

Rinascente dona a Roma 3 milioni per riqualificare due vie del centro storico

Il progetto riguarda due importanti strade dello shopping (Via del Tritone e via dei Due Macelli). L’ad Cocchini: «Pronti a chiudere un altro anno record»

di Chiara Beghelli

default onloading pic
Lo store di via del Tritone a Roma

Il progetto riguarda due importanti strade dello shopping (Via del Tritone e via dei Due Macelli). L’ad Cocchini: «Pronti a chiudere un altro anno record»


2' di lettura

Rinascente Tritone, la nascita di un mall nel cuore di Roma

Due anni e mezzo dopo l’inaugurazione dell’edificio su via del Tritone, costato 250 milioni di euro, Rinascente investe ancora su Roma, donando 3 milioni per la riqualificazione di due delle strade più importanti del centro storico (e dello shopping): via del Tritone e via dei Due Macelli, le due vie sulle quali il mall da 15mila metri quadrati ha i suoi ingressi.

L’intervento, però, non riguarderà solo le zone prospicienti l’edificio, ma la loro completa estensione: dunque, si riqualificherà un’intera area, lavorando su strade, marciapiedi e mobilità (soprattutto pedonale), che collega i luoghi simbolo della città come Largo Chigi, Piazza Barberini, Piazza di Spagna e Fontana di Trevi. I lavori inizieranno appena concluse le gare di appalto, per terminare entro i primi sei mesi del 2021.

«Questo store appartiene alla città, lo abbiamo pensato come un suo nuovo monumento - ha notato Pierluigi Cocchini, ad del gruppo Rinascente, presentando il progetto all’ultimo piano del negozio - . Appartiene anche ai residenti della città, non solo ai turisti, che in ogni caso prima di noi non avevano a disposizione un mall in città. Qui peraltro offriamo loro un contatto autentico con Roma, un’esperienza molto diversa da quella dei soliti e omogenei duty free».

«I colloqui per avviare questo rpogetto sono iniziati poco meno di due anni fa - ha spiegato Virginia Raggi, sindaca di Roma -, un progetto che punta a riqualificare la zona, ma anche a mettere in sicurezza il passaggio dei pedoni e comprende anche modifiche alla mobilità. È stato molto complesso, con ostacoli che sono stati superati, ma che testimonia ancora una volta come le partnership fra pubblico e privato funzionino. Come amministrazione, noi le favoriamo».

Apre a Roma Rinascente Tritone, il primo mall -museo

Apre a Roma Rinascente Tritone, il primo mall -museo

Photogallery60 foto

Visualizza

Rinascente Tritone, intanto, si conferma uno degli store più di successo del gruppo, dal 2011 controllato dalla thailandese Central Retail: «Ci avviamo a chiudere un 2019 da record, di crescita a doppia cifra - spiega Cocchini -. A Tritone taglieremo per la seconda volta il traguardo dei 150 milioni di euro di ricavi, dunque è come se avessimo già raggiunto gli obiettivi che ci eravamo posti per il quarto anno di apertura».

Nel 2020 il progetto di riqualificazione del centro storico di Roma sarà fiore all’occhiello degli investimenti del gruppo, ma non certo l’unico: «Sempre a Roma proseguiremo i lavori, con un investimento di 33 milioni, nello store di piazza Fiume, con una clientela molto più local. Nel flagship di Milano Duomo inizieremo la ristrutturazione dei circa 5mila mq dei tre piani dedicati alla donna, sia da un punto di vita architettonico sia di brand mix, e completeremo lo store di Firenze, che sarà il nostro “store craft”, focalizzato sull’artigianalità. E soprattutto, fra febbraio e marzo saremo pronti a lanciare la nostra piattaforma e-commerce, molto distintiva, che si tradurrà anche in un investimento nell’omnichannel».

Per approfondire:

Mecenati di moda: da Parigi a Napoli, ecco i restauri finanziati dai marchi

Rinascente a Firenze punta sul lusso, metà dei ricavi dal turismo

Apre a Roma Rinascente Tritone, il mall con il museo dentro

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti