ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEconomia

Rinnovabili, approvato il bando per i non metanizzati della Basilicata: 88 milioni in tre anni

88 milioni a fondo perduto, per acquisto e installazione di impianti di produzione di energia elettrica e/o termica alimentati da fonti rinnovabili e/o sistemi di accumulo

di Daniela Casciola

2' di lettura

La Giunta regionale della Basilicata, nella seduta odierna, ha approvato il bando che stanzia 88 milioni a fondo perduto, per l'acquisto e l'installazione di impianti di produzione di energia elettrica e/o termica alimentati da fonti rinnovabili e/o sistemi di accumulo di energia elettrica. Nell'ordine: Impianto Fotovoltaico connesso in rete, Impianto Solare Termico, Impianto micro eolico, Sistema di accumulo, Pompa di calore. Lo ha annunciato il Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. Una misura già annunciata a fine settembre con l'approvazione delle linee guida per l'avviso. (Il bando è stato pubblicato sul Bur del 24 ottobre n. 54, n.d.r.).

I beneficiari della misura hanno diritto al consumo gratuito dell'energia elettrica prodotta attraverso gli impianti oggetto del contributo. Nel caso dei pannelli solari o fotovoltaici, la durata media è di 25 anni. «Un risparmio durevole, sostenibile e strutturale. Si tratta dell'altra gamba della legge sul "gas gratis a tutti i lucani"», ha commentato Bardi.

Loading...

Possono presentare domanda le persone fisiche che sono proprietarie o usufruttuarie delle unità immobiliari oggetto dell'intervento aventi le seguenti caratteristiche:
• utilizzate come residenza anagrafica;
• ubicate all'interno del territorio della Regione Basilicata e non allacciate alla rete del metano;
• regolarmente censite al N.C.E.U.;
• titolari di contratto di fornitura elettrica per utenza domestica residenziale sull'immobile oggetto dell'intervento, rilevabile dalla bolletta;
• proprietari (o titolari di diritto di usufrutto) di unità abitative indipendenti, non in condominio, situate nel territorio regionale;
• proprietari (o titolari di diritto di usufrutto) di unità abitative facenti parte di edifici in condominio, situati nel territorio regionale. In questo caso l'installazione è consentita sul lastrico solare, su ogni altra idonea superficie comune sulle parti di proprietà individuale dell'interessato. Nel caso di condomini, l'erogazione del contributo è subordinata all'acquisizione di parere favorevole da parte dell'assemblea condominiale.

Il contributo può coprire fino al 100% della spesa ammissibile (Iva inclusa) ed è cumulabile con gli incentivi statali. Sarà l'operatore economico, ossia il soggetto abilitato all'esecuzione degli impianti presso gli immobili dei soggetti beneficiari della misura, su delega del beneficiario, a presentare la domanda.
«In tal modo coinvolgeremo anche i tecnici lucani. Sono coperte anche le spese tecniche e i costi delle pratiche amministrative connesse alla realizzazione degli interventi», ha dichiarato l'assessore regionale all'ambiente ed energia, Cosimo Latronico.

Come specificato anche nelle Faq pubblicate, le richieste potranno essere compilate ed inviate a partire dalle ore 08:00 del 20° giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul BUR Basilicata, pubblicazione avvenuta sul Bur del 24 ottobre 2022 n. 54.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti